Attenzione alla compilazione della domanda di mobilità, per quanto riguarda le dichiarazioni relative al servizio preruolo sul sostegno. I sindacati hanno già provveduto ad informare gli Uffici Scolastici dei possibili 'equivoci' che potrebbero nascere nelle istanze presentate dai neoimmessi in ruolo. A portare alla luce gli errori che potrebbero 'falsare' i punteggi è Orizzonte Scuola che ha spiegato, in maniera dettagliata, quale potrebbe essere il 'trabocchetto' in cui cadere facilmente.

Pubblicità
Pubblicità

Ultime news scuola, lunedì 9 maggio 2016: attenzione al servizio preruolo sul sostegno

Nel modello C1, nella sezione D (punto cinque) viene chiesto al docente di indicare gli anni di servizio prestati su posti di sostegno o in scuole speciali: il richiedente dovrà considerare solamente il servizio preruolo svolto con il possesso del titolo di specializzazione e non quello derivante da convocazioni effettuate sulla base delle graduatorie incrociate, qualora non fossero stati disponibili colleghi di sostegno con specializzazione.

Negli allegati, poi, il docente ha provveduto ad indicare l'anno in cui è stata ottenuta la specializzazione sul sostegno, probabilmente il 2014 visto che due anni fa si è concluso il primo ciclo TFA. Si tratta di errore involontario oppure di 'furbata' per ottenere un maggior punteggio?

Prorogata scadenza domanda di mobilità interprovinciale: chiusura il 2 giugno

Rammentiamo, dunque, che gli anni di servizio preruolo su sostegno andranno conteggiati solamente se, in quel periodo, l'insegnante era già in possesso del titolo di specializzazione: in questo caso, il richiedente avrà diritto all'assegnazione di un punteggio doppio rispetto a quello relativo al servizio sulla propria classe di concorso.

Pubblicità

Ricordiamo, infine, che la seconda fase della mobilità docenti 2016/2017, quella che riguarda i trasferimenti interprovinciali, si protrarrà sino al prossimo 2 giugno: il Miur, infatti, ha spostato il termine di presentazione delle domande (inizialmente previsto per il 30 maggio) in virtù del fatto che le funzioni relative alle fasi B1 e B2 saranno rese disponibili solo a partire da giovedì 12 maggio.

Leggi tutto