Arrivano novità importanti dal Ministero dell'Istruzione per quanto riguarda le operazioni di mobilità previste per l'anno scolastico 2016/2017, secondo quanto indicato dal CCNI siglato dall'amministrazione centrale unitamente ai principali sindacati del comparto Scuola. Come senz'altro saprete, la procedura è stata suddivisa in due fasi: la prima, ovvero la fase A, si è già completata ed ha riguardato le domande di trasferimento degli insegnanti all'interno delle province; la seconda, invece, riguarderà i movimenti interprovinciali su tutti i posti vacanti e disponibili e su ambiti territoriali.

Pubblicità
Pubblicità

Ultime news scuola, sabato 7 maggio 2016: mobilità docenti, novità dal Miur

Quest'ultima, si articolerà secondo quanto indicato dall'articolo 6 del Contratto Integrativo. Alla fase B1 e B2 parteciperanno gli insegnanti assunti entro l'anno scolastico 2014/15 per i trasferimenti e passaggi interprovinciali; la fase B3, invece, riguarderà i docenti immessi in ruolo nelle fasi B e C da Graduatorie di Merito per ciò che concerne i trasferimenti nella provincia di titolarità; gli insegnanti neoassunti da Graduatorie ad Esaurimento durante le fasi B e C parteciperanno alla fase C per i trasferimenti interprovinciali; infine, l'ultima fase, la D, riguarderà i movimenti interprovinciali riservati agli insegnanti neo immessi in ruolo durante le fasi 0 e A, oltre a quelli in fase B e C provenienti dalle Graduatorie di Merito.

Novità mobilità fasi B, C e D: Miur proroga termine chiusura operazioni

La novità riguarda la disponibilità delle funzioni riguardanti la presentazione delle domande di mobilità inerenti alle fasi B1 e B2: queste, infatti, secondo quanto comunicato sul portale ufficiale Miur alla pagina istruzione.it/mobilita_personale_scuola/index.shtml sarebbero dovute partire lunedì 9 maggio; invece, subiranno un ritardo di qualche giorno, essendo disponibili solamente a partire da giovedì 12.

Pubblicità

Per tale ragione, il Miur ha deciso di prorogare sino al prossimo 2 giugno il termine entro il quale si chiuderanno tutte le funzioni relative alle fasi B, C e D della mobilità interprovinciale, termine che venne inizialmente fissato al 30 maggio.

Leggi tutto