All'indomani delle pubblicazioni dei calendari delle prove orali nelle differenti cdc, seguono i commenti dei candidati ammessi ma soprattutto di quelli non ammessi. Un calendario che ha suscitato innumerevoli commenti sul gruppo Facebook "Concorso docenti Scuola primaria e infanzia, prepariamoci insieme" gestito da un docente di scuola primaria (con abilitazione sul sostegno e candidato al concorso docenti 2016) Livio Luppino. È stato contestato il calendario degli orali sul sostegno per la scuola dell'infanzia, in cui su 260 concorrenti hanno superato la prova scritta soltanto in 41.

Vediamo nel dettaglio i commenti dei concorrenti.

Troppe bocciature sostegno primaria nella regione Sicilia

Se si pensa che su circa 260 candidati gli ammessi alla prova orale sono solo 41, ci si rende subito conto di come sia elevato il numero di bocciati, anche se i posti messi a bando sono soltanto 28. Per chi non ha superato la prova scritta, non può essere veritiero che oltre 200 docentilaureati e specializzati sono non meritevoli di insegnare sul posto di sostegno. Per l'amministratore del gruppo Livio Luppino, l'elevato numero di bocciati è dovuto al fatto che i posti messi a bando sono pochi, e quindiquand'è così è facile che non si riesca neppure a scegliere i migliori, i compiti saranno stati equivalenti, praticamente.

Non potevano bocciare tutti agli orali.

Intanto, numerosi candidati sono pronti a ricorrere per l'accesso agli atti, al fine di conoscere il punteggio con cui si è venuti scartati, dopo anni di preparazione e mesi di studio intenso. Per la prova orale, i candidati verrannovalutati sulla loro capacità di rapportarsi con alunni con disabilità, in base al tipo di disabilità, inoltre, nel colloquio con la commissione, verranno valutati anche sulla conoscenza dell'inglese.

Infine, vi ricordiamo che iposti messi a bando per il sostegno sono 6.101, di cui304 per l'infanzia, 3.799 per la primaria, 975 per la secondaria di I grado e 1.023 per il II grado. Per restare aggiornati sul mondo della scuola premete il tasto segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!