Previsto per il 21 ottobre 2016 uno Sciopero Generale nazionale dei lavoratori del settore privato e pubblico partendo dalla sanità alla Scuola e all'università, dall'amministrazione al trasporto pubblico (quindi aerei, treni, bus, tram e metropolitane). La portata dello sciopero dipenderà dal numero di dipendenti di ogni categoria che aderirà alla protesta sindacale indetta da USB, da Unicobas e USI.

Pubblicità
Pubblicità

Venerdì 21 ottobre 2016: sciopero generale

Lo sciopero avrà la durata di 24 ore per i dipendenti del settore pubblico e privato: sono esclusi dallo sciopero però i servizi di emergenza, come per esempio il Pronto Soccorso. Anche il settore del trasporto aereo sciopererà per 24 ore rispettando le consuete fasce di garanzia (ossia dalle ore 7.00 alle 10.00 e dalle 18.00 alle 21.00). Modalità differenti per quel che concerne il trasporto ferroviario: i dipendenti di Trenitalia, Trenord e Italo incroceranno le braccia dalle 09.00 alle 17.00. Per il trasporto pubblico locale gli orari saranno diversi da città a città.

Pubblicità

Mezzi pubblici a Milano, Bologna, Roma e Napoli

Non mancheranno i disagi a Roma e a Napoli dove i mezzi si fermeranno dalle 8.30 alle 17.00 e dalle 20.00 fino al termine del servizio. A Milano le corse non saranno garantite dalle 8.30 alle 15.00 e dalle 18.00 sino a fine servizio, a Bologna i mezzi potrebbe non circolare dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 sino a fine giornata.

Ragioni dello sciopero

Come si legge in una nota pubblicata dall'Unione Sindacale di Base, le ragioni dello sciopero sono molteplici.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Scuola

Il sindacato scende in piazza per la tutela dell'occupazione e dei lavoratori, in difesa della Costituzione, della sanità e della scuola pubblica, per protestare contro le riforme del governo Renzi, contro l'abolizione dell'articolo 18 e per proclamare il proprio "No" al referendum del prossimo 4 dicembre. Il sindacato vuole portare l'attenzione anche sulla necessità dell'aumento degli stipendi e delle pensioni.

Manifestazioni

Durante la giornata di venerdì saranno organizzate manifestazioni in molte città del Paese: a Firenze per esempio in Piazza Beccaria alle 9.30, a Milano appuntamento alle 9.30 in Piazza Cairoli, a Bologna alle 10.30 in Piazza dell'Unità, a Palermo in Piazza Politeama alle ore 9.30. Presidi anche a Napoli, Foggia, Viterbo. A Roma si svolgerà una grande manifestazione in Piazza San Giovanni alle 16.00, che si protrarrà sino a sera quando si esibiranno cantanti e musicisti, mentre sabato 22 ottobre ci sarà il corteo nazionale "No Renzi Day", con partenza sempre da Piazza San Giovanni alle 14.00.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto