Il bandi del TFA sostegno 2016/17 pubblicato il primo dicembre ha dato il via alle operazioni per organizzare i percorsi di specializzazione. Sono gli Atenei a occuparsi di questa fase. Per accedere al TFA sostegno è indispensabile superare una prova di ingresso (o accesso). In cosa consiste? E che dire delle prove successive, ovvero quella scritta e quella orale?

Test d'ingresso TFA sostegno 2016/17 Miur

Il test d'ingresso al TFA sostegno 2016/2017 consiste in un test preliminare calendarizzato dal Miur della durata di due ore.

Si compone di 60 domande a risposta multipla (bisogna dare una risposta su 5). Venti dei quesiti riguarderanno la verifica della competenza linguistica del candidato. Le risposte corrette valgono 0.5 punti, mentre quelle errate (o non segnata) 0 punti. Il punteggio minimo per passare il test è di 21/30. A parità di punteggio, prevalgono i candidati con più esperienza di servizio sul sostegno e in caso di mancanza di questo requisito, il candidato più giovane. Saranno ammessi alla prova successiva (scritta/pratica) un numero di candidati che equivale al doppio dei posti disponibili.

Il calendario delle prove scritte/pratiche sarà reso pubblico entro 10 giorni dalla pubblicazione dei risultati del test d'accesso.

Prova scritta e orale TFA sostegno

La prova scritta/pratica del TFA sostegno verte su uno o più temi previsti dal decreto ministeriale del 30/09/2011 art 6, comma 1. Il punteggio minimo per passare il test è di 21/30. Nel caso di più prove, il punteggio si calcola con la media aritmetica dei vari punteggi ottenuti (fermo restando che ogni prova deve raggiungere il punteggio minimo di 21/30).

La prova orale vine sempre valutata in trentesimi e richiede sempre il raggiungimento minimo di 21/30 di punteggio. Verterà sui contenuti della prova scritta e sulle questioni motivazionali. Il candidato dovrà soddisfare le competenze del DM 30/9/11 art 6 e dell’allegato C del medesimo. Saranno verificate:

  • capacità di argomentare
  • uso corretto della lingua

  • competenze didattiche in base al grado di Scuola;

  • intelligenza emotiva ed empatia;

  • creatività e pensiero divergente;

  • competenza organizzativa e giuridica.

Resta aggiornato sulle notizie dal mondo della scuola, cliccando il tasto Segui.

Segui la nostra pagina Facebook!