Riforma Pensioni, ultime novità ad oggi: prelievo dello 0,1% rimandato al 2018. Ufficiale dopo che il parlamento ha approvato definitivamente il decreto legge milleproroghe in seguito a discussioni lunghe quasi due anni. La causa è l'errata rivalutazione di determinati assegni che in passato hanno ricevuto più di quanto spettava. Per far fronte all'errore nel 2014 era stato stabilito un indice di rivalutazione dello 0,3% rispetto al definitivo stimato allo 0,2%. La differenza dello 0,1% è quanto i pensionati restituiranno all'Inps.

In un primo momento sarebbe dovuto scattare sulla rata di aprile 2017, ma dopo la decisione del parlamento il tutto slitterà al 2018. Vediamo nello specifico sulle pensioni ultime novità ad oggi, quanto si dovrà restituire.

Prelievo pensioni, ultime novità e gli importi

Lo 0,1% d'indicizzazione da restituire si calcola in base al lordo, infatti il recupero è su tutte e tredici le mensilità del 2015. Gli assegni lordi tra i 1.400 euro e 3.000 euro si troveranno tra i 16 e i 20 euro in meno sul cedolino.

Il decreto milleproroghe ha posticipato il tutto da aprile all'anno prossimo per calcolare l'inflazione e riuscire a compensare la perdita. Anche se si tratta di cifre basse si vuole evitare l'ennesima beffa per i pensionati già protagonisti di mancati adeguamenti in passato.

Pensioni oggi, ultime novità fasce indicizzazione

Sulle pensioni il governo in ultime novità ha promesso, in accordo coi sindacati, di revisionare a partire dal 2019 tutto il sistema di indicizzazione attuale in vigore dal 2014.

A oggi per gli assegni fino a 3 volte il minimo la rivalutazione è del 100%, tra 3 e 4 volte al 95%. Mentre tra 4 e 5 volte il minimo rivalutazione al 75%, 5-6 volte 50% e infine oltre le 6 volte al 45%. Quando introdotto, questo meccanismo doveva durare fino al 2016, ma per finanziare opzione donna ed altri canali d'uscita è stato prorogato di 24 mesi.

Per continuare a seguire le pensioni, ultime notizie ad oggi clicca 'Segui' in alto.

Per i commenti usa il riquadro social in basso.

Segui la nostra pagina Facebook!