Il Decreto Ministeriale 374/2017 ha predisposto l'aggiornamento della III fascia delle graduatorie di circolo e di istituto e queste verranno utilizzate per gli anni scolastici 2017-2020.

In questo articolo ci occuperemo esclusivamente di coloro che intendono presentare domanda d'inserimento in graduatoria di circolo e d'istituto del personale docente, relativamente alla III fascia.

I titoli necessari all'accesso in graduatoria sono costituiti essenzialmente dal titolo di studio: laurea magistrale o specialistica (anche del vecchio ordinamento).

Pubblicità
Pubblicità

L'accesso in III fascia però darà possibilità di competere esclusivamente per le graduatorie relative alle scuole secondarie di I e II grado e per il personale educativo.

Il titolo di studio e i relativi CFU richiesti devono essere acquisiti entro il termine utile per presentare la domanda: il 24 giugno 2017.

Titolo di studio idoneo e classi di concorso: quali scegliere per l'inserimento in graduatoria III fascia

Il Miur, all'interno del proprio sito internet, ha predisposto una tabella interattiva che permette, inserendo il nome del corso di laurea di cui si è in possesso, di sapere quali sono le classi di concorso selezionabili per presentare la domanda d'inserimento in graduatoria III fascia.

Questi titoli sono regolamentati dal Decreto Ministeriale 374/2017, dal Decreto Ministeriale 22/2005 e dal Decreto Ministeriale 259/2017.

Uno strumento molto utile viene fornito anche dal sito internet dei sindacati FLC-CGIL, grazie al quale è possibile cercare le classi di concorso abilitate sia attraverso la ricerca partendo dal titolo di studio (sia questo magistrale o specialistico), oppure inserendo la classe di concorso sarà possibile visionare quali sono i titoli richiesti.

Pubblicità

Coloro i quali hanno conseguito un titolo di studio del vecchio ordinamento, possono accedere alla graduatoria III fascia, a patto che il titolo sia stato conseguito entro la data di entrata in vigore del DPR 19/2016, ovvero entro il 23 febbraio 2016.

Ai fini dell'inserimento in graduatoria di III fascia, verranno considerati validi anche i titoli di studio conseguiti all'estero e dichiarati equivalenti alla corrispondente laurea italiana. Questi devono essere anche tradotti e certificati dalla relativa rappresentanza diplomatica.

L'inserimento in III fascia è garantito anche ai cittadini europei ed extraeuropei aventi il titolo di studio richiesto e una certificazione linguistica che attesti il grado di conoscenza della lingua italiana.

Se volete restare aggiornati in merito a questa tematica, potete avvalervi della funzione "segui" presente vicino al titolo di questo articolo.

Leggi tutto