Nessun passo indietro rispetto agli impegni già presi con le organizzazioni sindacali, il Governo Gentiloni va avanti con la fase due della riforma Pensioni. Ad annunciarlo oggi (28 giugno 2017), a margine del diciottesimo congresso della Cisl, è stato il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti.

Pensioni, Poletti annuncia data confronto su riforma fase 2

La prossima riunione del tavolo di confronto sulla riforma pensioni fase due tra l'esecutivo e le parti sociali è già stata fissata per martedì 4 luglio nella sede del ministero del Lavoro.

Pubblicità
Pubblicità

Sarà in particolare un incontro tecnico e non politico, parteciperanno i tecnici del ministero e quelli dei sindacati Cgil, Cisl e Uil. In discussione diversi capitoli ancora aperti della questione previdenziale, dalle misure per i giovani alla previdenza integrativa. Tra le misure sollecitate da più parti di cui probabilmente si discuterà durante il tavolo di confronto la proroga di Opzione donna, chiesta a più riprese, nei giorni scorsi, dal presidente della commissione Lavoro e Previdenza sociale di Palazzo Madama Maurizio Sacconi (di Energie per l'Italia).

Atteso ancora l'Anticipo pensionistico volontario per over 63

Intanto, mentre si riaccendono e speranze sulla prosecuzione del confronto tra governo e sindacati sulla fase 2, si attendono ancora novità sull'Anticipo pensionistico volontario, la misura più importante contenuta nella fase 1 della riforma pensioni che in parte sta per essere attuata con l'Ape sociale e la Quota 41 per una parte dei lavoratori precoci, ma anche con altre misure con l'aumento e l'estensione della quattordicesima previdenziale che arriverà ai pensionati a luglio, l'ampliamento della platea dei beneficiari della no tax area pensionati, lo stop alle penalizzazioni sulla pensione anticipata previste dalla legge Fornero, il cumulo gratuito dei contributi previdenziali, misura che il presidente della commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, ha proposto invano di estendere anche alle lavoratrici che vanno in pensione anticipata con la formula sperimentale di Opzione donna.

Pubblicità

Previdenza, nuovo intervento di Tommaso Nannicini del Pd

A proposito dell'Ape volontario è intervenuto oggi l'ex sottosegretario alla presidenza del consiglio, Tommaso Nannicini, oggi membro della segretaria del Partito democratico guidato da Matteo Renzi. "Mi auguro tempi rapidi", ha detto Nannicini sull'Anticipo pensionistico volontario. "Mi risulta - ha aggiunto ribadendo quanto comunicato nei giorni scorsi da Renzi - che l'istruttoria tecnica sia compiuta.

L'Inps - ha proseguito in diretta online su Facebook durante la #terrazzaPd - si sta preparando perché ci saranno da gestire flussi di informazioni importanti tra Inps, banche e assicurazioni, ma ci siamo. Io penso - è l'opinione di Nannicini - che per settembre ci siamo".

Leggi tutto