L'attesa di migliaia e migliaia di italiani sta per finire. Oggi 18 luglio infatti si dovrebbe conoscere la data (o le date) della prima prova preselettiva del concorso per 250 funzionari amministrativi indetto dal Ministero dell'Interno nello scorso mese di aprile. Sono davvero tanti i giovani (e meno giovani) che proprio a questo concorso affidano il loro avvenire, con la speranza di poter riuscire a trovare una occupazione stabile che possa garantirgli un futuro migliore.

Pubblicità
Pubblicità

I 250 futuri funzionari saranno destinati alle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale e a quella nazionale per il diritto d’asilo e svolgeranno un ruolo molto importante, consideriamo che viviamo in un periodo storico nel quale le migrazioni di massa verso i paesi europei sono all'ordine del giorno.

Le domande di partecipazione a questa selezione sono state oltre 54mila e il termine di presentazione è stato lo scorso 1 giugno.

Proprio l'elevato numero di domande ha fatto sì che venisse indetta una prima prova preselettiva che servirà a diminuire il numero dei partecipanti. Andranno avanti in questo concorso per 250 funzionari amministrativi indetto dal Ministero dell'Interno soltanto coloro i quali riusciranno a totalizzare 80 risposte giuste sulle 90 domande-quiz che verranno sottoposte nel tempo di un'ora. Chiaramente ci sarà soltanto una risposta esatta sulle quattro opzioni di risposta disponibili. Ma quando si svolgerà questa prova preselettiva? E dove? Cerchiamo di riepilogare il tutto.

Pubblicità

Concorso per 250 funzionari: si attende il 18 luglio

C'è stata grande attesa per tutto lo scorso mese di giugno, perché gli aspiranti funzionari al Ministero dell'Interno avrebbero dovuto conoscere la data, o le date, di questa prima prova preselettiva il giorno 30 giugno, attraverso la Gazzetta Ufficiale. Ma proprio sulla Gazzetta Ufficiale è arrivato, di fatto, un rinvio ad oggi 18 luglio. Nel tardo pomeriggio dunque dovremmo conoscere non solo le modalità di svolgimento di questo primo esame, ma anche avere notizie riguardo la pubblicazione dei quesiti, la cosiddetta "banca dati" che è un utilissimo mezzo per focalizzare le materie di studio contenute nel bando.

In queste settimane non è rimasto altro che concentrarsi sugli argomenti che saranno oggetto non solo delle domande della prima prova ma anche delle successive e che dunque dovranno essere ben approfonditi.

Leggi tutto