Arrivano novità per il 2018 sulle #Pensioni anticipate, soprattutto per le donne e l'età per l'uscita da lavoro, mentre è al termine la #pensione anticipata con quota 64 per i lavoratori del settore privato con quota 96 al 2012 [VIDEO], nonché l'opzione donna. In attesa dell'aumento di 5 mesi dettato dall'aspettativa di vita che porterà, dal 2019, le pensioni di vecchiaia a 67 anni e agli oltre 43 anni di contributi per la pensione anticipata, già dal 2018 la pensione di vecchiaia delle donne del privato aumenteranno a 66 anni e 7 mesi (dai 65,7 validi fino a fine anno) e quelle delle autonome alla stessa età di uscita (dagli odierni 66,1).

Ultime novità pensione anticipata e pensioni vecchiaia, ad oggi 30 dicembre 2018

La più importante novità dal 1° gennaio 2018 riguarderà la pensione anticipata delle donne.

Infatti, l'uscita con quota 63 anni tramite l'anticipo pensionistico Ape social verrà agevolato, sul numero di anni di contributi necessari, con lo sconto di un anno per ogni figlio, fino al limite dei due figli. Dunque, le donne disoccupate, inabili o impegnate nell'assistenza di familiari inabili potranno uscire già con 28 anni di contributi (con due figli), mentre quelle impegnate nelle mansioni gravose con 34 (anziché 36). Ulteriori novità della pensione anticipata Ape social riguarderanno le quattro categorie di lavori gravosi in più introdotti dal 2018 che andranno a sommarsi alle 11 già previste: uomini e donne impegnati nelle attività marittime, siderurgiche, della pesca e agricole potranno beneficiare dell'inclusione alla pensione anticipata [VIDEO] social. Le stesse 15 categorie (circa 15 mila uscite previste per il 2018) beneficeranno anche del blocco dell'età delle pensioni di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi dal 2019, anziché a 67 anni.

Uscita pensione anticipata opzione donna, quota 64 e pensioni vecchiaia deroga Fornero

Terminano, invece, alcuni strumenti di pensione anticipata previsti nel passato [VIDEO]. Innanzitutto, l'opzione donna, con uscita a 57 o a 58 anni di età, a fronte di una perdita dell'assegno di pensione di circa un terzo, non è stata prorogata. Pertanto, usciranno con le pensioni anticipate dell'opzione donna solo le lavoratrici che abbiano già maturato il beneficio nel 2016 (le ultime uscite ci saranno a gennaio e a febbraio 2018). Infine, è al termine anche il paracadute alla riforma Fornero con le pensioni anticipate a 64 anni e 7 mesi per i nati nell'anno 1952. La deroga permette la pensione anticipata ai lavoratori a 64,7 purché sia stata raggiunta la quota 96 a fine 2012 oppure la pensione di vecchiaia alle donne a partire dalla stessa età purché a fine 2012 siano stati già versati 20 anni di contributi e sia stata maturata l'età di 60 anni. Secondo quanto riporta Il Messaggero, per queste uscite si è raggiunto il limite nell'estate scorsa, ma sono ancora in tanti che potranno uscire avendo maturato in passato i requisiti.