L'inizio della campagna elettorale, in vista delle elezioni politiche del 4 marzo, è coinciso con le polemiche dettate dalla promessa di Matteo Salvini e del Centrodestra di abolire la Legge Fornero [VIDEO]. Fino ad oggi era rimasto nell'ombra il capitolo su Opzione Donna, dopo le speranze disattese di migliaia di lavoratrici nel corso del 2017. Nessuna proroga è stata approvata dall'esecutivo Gentiloni, nonostante le richieste presentate a più riprese dalle donne, determinate a chiedere anche in questo inizio 2018 la possibilità di andare in pensione prima dei 60 anni avendo maturato almeno 35 anni di contributi. Nelle ultime ore, a questo proposito, si registrano le dichiarazioni di Cesare Damiano, deputato del Partito democratico e presidente della commissione Lavoro alla Camera.

Le parole di Damiano su Opzione Donna

Intervenendo sul tema Pensioni, aprendo con una riflessione sulle parole di Sergio Mattarella pronunciate nel discorso di fine anno, Cesare Damiano ha indicato i passi da seguire per apportare ulteriori modifiche alla riforma Fornero, oltre a quelle già applicate nel recente passato. Secondo l'onorevole dem, il percorso previdenziale deve includere la proroga del regime sperimentale Opzione Donna, attraverso i risparmi ottenuti in questi anni. Questo il passaggio in cui l'ex ministro del Lavoro parla del pensionamento anticipato per le donne: "Vanno anche utilizzati i risparmi di Opzione Donna per proseguire la sperimentazione".

La misura OD viene citata da Damiano anche nella lista dei provvedimenti presi dal governo a maggioranza Pd in questi ultimi anni, accanto alle 8 salvaguardie per gli esodati e l'Ape sociale, l'anticipo pensionistico agevolato per determinate categorie di lavoratori.

Ricordiamo che la vera alternativa sulla pensione anticipata per le donne è rappresentata nel 2018 dall'Ape rosa.

La risposta Pd alle promesse elettorali di Centrodestra e M5S

Dopo essere stato ministro del Lavoro e aver ricoperto la carica di presidente della commissione Lavoro alla Camera dei Deputati, Cesare Damiano rimane una delle figure più autorevoli nel panorama Pd. Non risulta banale - anzi - scrivere che le sue ultime dichiarazioni rappresentano una risposta ai proclami dei giorni scorsi presentati dal Centrodestra ed il M5S. Da una parte l'abolizione della legge Fornero, dall'altra la quota 41 per tutti [VIDEO], misura che farebbe felici soprattutto i lavoratori precoci. Il Partito democratico, con l'intervento di Damiano, guarda nello specifico a categorie quali esodati e lavoratrici richiedenti la proroga di Opzione Donna al 2018.