Come si è detto in precedenza, le domande di pensionamento, il cui termine scadeva il 20 dicembre scorso, sono state presentate da un gran numero di personale ATA, dunque in deciso aumento rispetto allo scorso anno, generando così la possibilità di nuovi posti disponibili per tutti gli aspiranti Ata. In totale le domande di pensionamento presentate dal personale amministrativo, tecnico e ausiliario sono state 7.936 (si ricorda che per ora si tratta di dati provvisori messi a disposizione dal Miur) e allora, vediamo più nello specifico quali province sono maggiormente interessate e sopratutto quali sono i profili che entreranno in pensione nel 2018, generando nuove assunzioni.

Prospetto nuove assunzioni Ata per provincia e profilo

Innanzitutto la regione con il più alto numero di domande di pensionamento è la Lombardia con 1181 domande, nello specifico è la provincia di Milano quella con più uscite di personale Ata in assoluto, ovvero ben 491,di cui 237 collaboratori scolastici, 189 assistenti amministrativi, 38 DSGA e 26 assistenti tecnici. Da annoverare anche Brescia con 156 domande presentate. Grosse cifre arrivano anche dalla Campania e dalla Sicilia con oltre 800 uscite, di cui 416 nella provincia di Napoli e 205 a Palermo.

Significativo anche il caso del Piemonte con un totale di 544 domande, di cui 274 nella sola provincia di Torino (145 CS, 88 AA, 22 DSGA, 19 AT). Nel Lazio le richieste di pensionamento sono invece 590 e ben 366 provengono da Roma (171 AA, 136 CS, 32 DSGA, 26 AT). Cifre importanti si registrano anche in Veneto: totale 688, di cui 135 nella provincia di Vicenza, specialmente di collaboratori scolastici e assistenti amministrativi.

La provincia invece con il più basso numero di domande di pensione è Isernia, in Molise, con soli 4 pensionamenti di CS e 5 di AA.

Domande di pensionamento Ata, i profili con più opportunità

Dando uno sguardo generale alle domande di pensionamento, si può dedurre senza dubbio che il profilo con più domande di uscita è quello del collaboratore scolastico, seguito dall'assistente amministrativo, anche se non mancano casi in cui la situazione si capovolge, per esempio a Roma oppure Lecce, dove 61 sono state le richieste degli AA, contro 33 dei CS.

Questo è un prospetto generale della situazione attuale per quel che riguarda i ruoli. Si ricorda inoltre che a breve il Miur emanerà il bando per il concorso previsto per il 2018 per i co.co.co (coloro che possiedono un contratto di collaborazione continuativa, presso una Scuola statale).

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!