Il personale della scuola e tutto il resto del personale statale è in attesa degli arretrati e degli aumenti promessi. Ormai sono passati più di due mesi dall'accordo preso sui nuovi contratti e ancora manca la firma definitiva che darebbe il via al pagamento degli arretrati e agli aumenti degli stipendi dei dipendenti statali, tra cui quelli appartenenti al reparto scuola.

Cedolino emissione speciale su portale NoiPa

Il contratto per la scuola è stato firmato lo scorso 9 febbraio 2018 da Cisl, Uil, Cgil.

I sindacati come Snals e Gilda non hanno firmato l’accordo, nonostante ciò a breve il contratto sarà chiuso definitivamente, in effetti manca poco ormai alla firma definitiva, è solo una questione di giorni. La firma è attesa per la seconda metà d'aprile, quindi molto probabilmente gli arretrati non potranno essere caricati su NoiPa con il cedolino ordinario del mese di aprile 2018. Questo non significa che per gli statali, sia del reparto scuola che i dipendenti appartenenti ad altri reparti, non riceveranno gli arretrati entro fine mese o inizi del mese prossimo.

Il Mef, onde evitare proteste e malcontenti da parte dei dipendenti statali e anche per alleggerire il lavoro relativo ai cedolini, potrebbe caricare gli arretrati sul portale NoiPa con un'emissione speciale entro fino aprile o inizi di maggio 2018. Per quanto riguarda gli aumenti,i dipendenti statali e del reparto scuola devono ancora attendere, in effetti questi ultimi arriveranno molto probabilmente sullo stipendio di Maggio 2018.

A quanto ammontano gli arretrati

Entro fine aprile 2018 il Mef potrebbe caricare un cedolino con emissione speciale sul portale NoiPa per accreditare gli arretrati tanto attesi dei dipendenti statali. Nonostante i nuovi contratti, che sono stati firmati a febbraio 2018 sia per il reparto scuola che forze dell'ordine, sanità e altri reparti, i sindacati e i dipendenti statali non sono stati del tutto soddisfatti della somma degli aumenti e degli arretrati considerandoli indigenti e poco onorevoli.

Effettivamente le cifre sono abbastanza basse se si considera che sono state calcolate sulla base di ben due anni di lavoro.Per il reparto scuola, gli arretrati di due anni e 3 mesi (2016,2017 e i primi mesi del 2018) andranno da un minimo di 271 euro ad un massimo di 412 euro netti, gli importi sono stati calcolati in base al profilo (docenti, Ata, dsga) e in base agli anni di anzianità. Stesso discorso riguarda altri reparti, gli arretrati per le forze di polizia sono pari a circa 556 euro mentre per le forza polizia e circa 516 per le forze armate. Cifre davvero misere e che nonostante tutto tardano anche ad arrivare.

Per il momento sono solo ipotesi, non resta che aspettare ulteriori delucidazioni e notizie ufficiali con la pubblicazione del D.P.R sulla Gazzetta Ufficiale.

Segui la nostra pagina Facebook!