I dipendenti del reparto scuola attendono l'arrivo degli arretrati e dell'aumento sullo stipendio dopo molti anni di blocco contrattuale. Il contratto è stato firmato il 9 febbraio 2018 e solo in questi ultimi giorni stanno arrivando notizie che riguardano l'accredito di arretrati e aumenti per docenti e personale ATA. Molto probabilmente verranno erogati entro fine aprile 2018 con un'emissione speciale NoiPa.

Dopo la firma definitiva arriveranno aumenti e arretrati a fine aprile su Noipa?

La firma definitiva da parte della Corte dei Conti del contratto firmato il 9 febbraio 2018 siglato dai sindacati UIL, CGIL, CISL (GILDA E SNALS non hanno voluto firmare il contratto) per il reparto scuola sta per arrivare, mancano soltanto 15 giorni alla conclusione del nuovo contratto per docenti e personale ATA.

Il contratto in questione, si riferisce agli anni 2016, 2017 e 2018 e coinvolge ben un milione nella sola scuola.Se non ci saranno altri intoppi, la Corte dei Conti firmerà a breve e in maniera definitiva il nuovo contratto per il reparto scuola. Una volta siglato il testo dall'amministrazione e dalle parti sociali, verranno immediatamente recuperate le somme che riguardano gli aumenti e gli arretrati e verranno erogate entro fine aprile. La modalità di accredito non sono ancora conosciute, non si sa se gli importi saranno sommati al cedolino dello stipendio ordinario o se sarà emesso un eventuale cedolino speciale entro fine aprile 2018.

A quanto aumentano gli aumenti e gli arretrati del reparto scuola?

Entro due settimane, quindi, la Corte dei Conti definirà il contratto per il reparto scuola e se si rispetteranno i tempi, a fine aprile i docenti e il personale Ata si vedranno accreditati gli aumenti con un'emissione speciale sul portale NoiPa e troveranno l'aumento di stipendio. Si ricorda che per quanto riguarda gli arretrati degli insegnanti, andranno da un minimo di 395 euro per i docenti della scuola dell'Infanzia ad un massimo di 630 euro per i docenti degli Istituti Superiori di secondo grado.

Per quanto riguarda il personale scolastico, invece, gli arretrati andranno da un minimo di 195 euro per i collaboratori scolastici ad un massimo di 429 per i Dsga (direttore dei servizi generali e amministrativi). Gli aumenti sono relativi alla mansione e agli anni di servizio, i docenti della scuola dell'Infanzia e primaria percepiranno un aumento lordo che varia da 85,50 a 97,70 euro. Invece i docenti laureati percepiranno aumenti che andranno da un minimo di 88,50 euro lordi a un massimo di 110,70 euro lordi.

Gli importi, ovviamente, sono da definirsi lordi e quindi il personale della scuola, potrebbero trovare le somme decurtate del 35/40% a seconda dello scaglione stipendiale, questo per quanto riguarda gli aumenti, invece per quanto riguarda gli arretrati la tassazione sarà minore.

Segui la nostra pagina Facebook!