Venerdì 4 e domenica 6 maggio 2018 è stato proclamato uno sciopero dei lavoratori del comparto ferroviario da parte dei sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Trasporti, Fast. Il 4 maggio lo sciopero sarà di 8 e 24 ore in due regioni diverse mentre il 6 maggio di otto ore in una sola regione.

Quando e dove si fermeranno i treni

Il primo sciopero generale di venerdì 4 maggio 2018, durerà 24 ore e interesserà il personale della società SVT di Vicenza, mentre il secondo riguarderà il settore della vendita diretta Trenitalia della regione Emilia-Romagna.

La SVT non è direttamente collegata a Trenitalia, ma si occupa di trasporto pubblico in tutta la zona del vicentino. Purtroppo nel sito Internet ufficiale non c’è al momento nessun dettaglio riguardo a questa agitazione sindacale, ma lo si può trovare nel sito ufficiale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Sempre venerdì 4 maggio il settore vendita e customer service Trenitalia della Lombardia si fermerà per otto ore, dalle 9:01 alle 17:00.

Domenica 6 maggio 2018 ci sarà un solo sciopero che durerà otto ore, dalle 9:01 alle 17:00 e interesserà il personale Trenitalia del settore vendita e customer service, stavolta però in Emilia-Romagna.

Cosa fare in caso di sciopero dei treni

Nel sito Trenitalia è possibile andare alla sezione dedicata agli scioperi dove vi sono dei file in formato PDF suddivisi per regione, nei quali vi sono scritti i treni che viaggeranno comunque in caso di sciopero. In questo caso, non trattandosi di personale di bordo, non dovrebbero sussistere grossi problemi per i viaggiatori, ma comunque per sicurezza è meglio informarsi, dal momento che lo sciopero del 4 maggio durerà ben 24 ore e ci saranno sicuramente delle interruzioni o dei ritardi.

In concomitanza con questo sciopero ce ne sarà un altro in Lombardia che durerà otto ore, dalle 9:01 alle 17:00 inerente il servizio di vendita diretta. Il servizio di vendita diretta sarà soggetto a uno Sciopero Generale anche due giorni dopo, stavolta in Emilia-Romagna dalle 9:01 alle 17:00.

Disagi per i pendolari e per chi non ha altri mezzi con cui spostarsi

Gli scioperi dei treni sono sempre un problema per chi deve spostarsi per lavoro o per studio.

Talvolta si creano tali problemi che sono sorti numerosi comitati contro Trenitalia, un'azienda che ha problematiche notevoli e non sempre è in grado di garantire servizi efficienti ai propri passeggeri. Se da una parte è giusto rispettare i diritti dei lavoratori del settore, dall'altra non è giusto danneggiare chi è costretto a spostarsi con i mezzi pubblici e che, a causa degli scioperi, è costretto a prendere un giorno di ferie o non può andare a scuola per motivi indipendenti dalla propria volontà. Per essere sempre aggiornati sugli scioperi per il trasporto pubblico basta consultare il sito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che viene costantemente aggiornato sulle agitazioni sindacali e sugli scioperi nazionali e regionali che vengono indetti e revocati tutti i giorni.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!