Il nuovo approfondimento sullo sciopero dei trasporti a maggio 2018 ha per oggetto le proteste dei dipendenti delle società di treni, mezzi di trasporto pubblico locale e aerei. Il mese che sta per concludersi ha avuto un calendario ricco di scioperi, principalmente nel settore dei mezzi pubblici, con numerosi disagi per chi è abituato a spostarsi in città con gli autobus, tram e metro. Le agitazioni del prossimo mese interesseranno la maggior parte delle regioni italiane, da nord a sud, andando a coinvolgere un numero importante di società pubbliche e private.

Inoltre, si segnala lo sciopero della scuola nelle date del 2 e 3 maggio.

Settore ferroviario

Il primo sciopero dei treni previsto a maggio è fissato nella giornata del 4 maggio. Interesserà il personale Trenitalia del settore vendita diretta e customer service della regione Lombardia. L'agitazione avrà una durata di 8 ore, dalle 9.01 alle 17.00. Due giorni più tardi, il 6 maggio, uno sciopero analogo coinvolgerà i colleghi di Trenitalia della regione Emilia Romagna. Anche in questo caso la protesta andrà avanti per 8 ore, dalle 9.01 alle 17.00.

Il 9 maggio è previsto lo sciopero dei dipendenti RFI della Ust di Napoli. La durata della mobilitazione dei lavoratori e gli orari restano sempre gli stessi, dalle 9.01 alle 16.59. Lo sciopero del settore ferroviario più rilevante del prossimo mese si terrà tra il 26 e 27 maggio, dalle 22.00 alle 5.59 del mattino seguente, quando ad incrociare le braccia saranno i dipendenti delle società FSI, Italo NTV e Trenord, per un totale di 8 ore.

A differenza delle altre proteste, che si terranno a livello regionale e aziendale, quest'ultimo sciopero avrà ripercussioni su tutta la rete nazionale.

Mezzi pubblici

Gli scioperi di autobus, tram e metro a maggio, inseriti nel calendario del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sono diversi. I primi due sono previsti il giorno successivo al Primo Maggio, festa dei lavoratori, e interesseranno le corse delle società Tua Regione Abruzzo e Mom di Treviso.

In entrambi i casi, la durata dell'agitazione sarà di 24 ore. Il 4 maggio non lavoreranno i lavoratori della SVT di Vicenza, con gli autobus che rischiano di stare in deposito per l'intera giornata. In data 8 maggio si terranno tre scioperi. Quello di maggiore rilevanza si avrà a Torino, in occasione dello sciopero del personale GTT per 8 ore (varie modalità). Nello stesso giorno sciopero di 4 ore del personale Autolinee Nolè della provincia di Matera (dalle 10.30 alle 14.30) e dei dipendenti della società Ca.Nova del comune di Moncalieri, in provincia di Torino (dalle 15.00 alle 19.00 per quanto riguarda il trasporto urbano).

Il giorno successivo, sciopero del personale Eav di Napoli per 4 ore, dalle 9.00 alle 13.00). Il 10 maggio sono previsti disagi nella capitale, a causa dello sciopero dei lavoratori delle società Roma Tpl e Consorzio Cotri di Roma della durata di 24 ore.

Aerei

Il giorno 8 maggio sarà una giornata difficile per chi deve viaggiare in aereo, per via dello sciopero del personale Enav a livello nazionale, con orari diversi da aeroporto ad aeroporto. I maggiori disagi sono previsti tra le 10.00 e le ore 18.00. Allo sciopero aderirà il personale Enav degli aeroporti di Roma Fiumicino, Catania, Lamezia Terme, Cagliari e Padova.

Inoltre, si segnala la protesta dei dipendenti della società Aerdorica presso l'aeroporto di Ancona, dalle 10.00 alle 14.00.

Segui la nostra pagina Facebook!