Proseguiamo con nuovi aggiornamenti inerenti al mondo del lavoro [VIDEO] informando gli interessati che il Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri ha bandito un concorso pubblico per il reclutamento di 2000 Allievi Carabinieri in ferma quadriennale. Ma entriamo nei particolari e scopriamo quali documenti occorrono per aderire al suddetto procedimento di selezione.

Bando di Concorso Carabinieri, scadenza giugno 2018

Il concorso pubblico, per esami e titoli [VIDEO], prevede l'assegnazione degli arruolati in questo modo:

  • 1.056 posizioni per allievi carabinieri in ferma (VFP4), destinate ai volontari in ferma prefissata di 1 anno ossia in rafferma annuale, in servizio

  • 452 collocazioni per allievi carabinieri in ferma quadriennale, indirizzate ai volontari in ferma prefissata di 1 anno in congedo e ai volontari in ferma prefissata (VFP4) in servizio o posti in congedo a termine della prevista ferma

  • 460 dislocazioni per allievi carabinieri in ferma (VFP4), rivolte ai giovani che non hanno superato il 26° anno di età

  • 32 sistemazioni per allievi carabinieri in ferma quadriennale, riservate ai candidati che detengono il diploma di bilinguismo

La realizzazione di tale procedura di selezione impone un test scritto, accertamenti fisici, controlli psico-fisici per l'identificazione dell'idoneità psicofisica, giudizi attitudinali e valutazione dei titoli.

Domanda di partecipazione, modalità di invio e data di scadenza

La domanda di arruolamento deve essere esibita unicamente online [VIDEO], servendosi del sistema messo a disposizione nella sezione ''Concorsi'' del portale web ''Arma dei Carabinieri'', entro giovedì 14 giugno 2018. I concorrenti che risultano ''idonei vincitori'' sono obbligati a presentare o far giungere tramite busta raccomandata direttamente al Reparto di istruzione di assegnazione dell'Arma dei Carabinieri una comunicazione sostitutiva di documentazione dei seguenti fascicoli:

  • titolo di studio

  • cittadinanza italiana

  • diritto di voto attivo

  • certificato di stato civile

Se i soggetti desiderano formulare istanze di accesso agli incartamenti amministrativi possono inoltrare le richieste solamente per via telematica PEC alla casella di posta elettronica certificata cnsrcontenzioso @ pec.carabinieri.it.

Da tenere in considerazione che il vigente decreto viene sottoposto a verifica, ai sensi della direttiva in vigore e pubblicata sulla ''Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana''.