Annuncio
Annuncio

Una ragazza italiana di nome Beatrice contava di avere un Lavoro in un bar di Bristol, in Inghilterra. Con sua grande sorpresa la sua candidatura è stata cestinata perché l'esercizio commerciale non aveva in programma di assumere italiani o comunque stranieri. A rendere nota la vicenda è una fonte autorevole d'oltre Manica come il Daily Mail. A colpire è il fatto che la vicenda riguardi un locale pubblico che ha un nome italiano "Caffè Oro", per l'appunto. La giovane, come tanti altri, avrebbe trovato l'annuncio attraverso il celebre sito web Indeed.

La motivazione con la quale gli è stato riservato un "No, grazie" si è configurata in un messaggio piuttosto chiaro: "No, ci dispiace: cerchiamo una persona inglese".

La proprietaria del bar è italiana

E' stato grande, naturalmente, lo stupore di Beatrice di cui, per il momento, non si conosce il cognome.

Advertisement

"La mia conoscenza della lingua inglese - ha detto - è perfetta. Avrei accettato che mi avessero risposto che mi scartavano per un'esperienza non sufficiente, ma non tollero che mi diano una motivazione [VIDEO] del genere", si legge nel virgolettato. La ricostruzione chiarisce dettagli che, per certi versi risultano piuttosto curiosi. Pare, infatti, che la proprietà del bar sia una italiana che, tra le motivazioni addotte, avrebbe sottolineato la necessità assoluta di trovare qualcuno che parli in maniera impeccabile la lingua del posto e che allo stesso tempo rappresenti una figura di barista esperto.

Per Beatrice è stata una beffa

Beatrice non si capacita del fatto che qualcuno possa mettere in discussione il suo inglese, senza che si sia parlato con lei. Anzi, nella risposta ha avuto modo di sottolineare alcune imperfezioni nella forma della risposta ricevuta.

Advertisement

E, infatti, la vicenda si è arricchita di una lunga lettera inviata via mail dalla giovane donna a quello che sarebbe dovuto diventare il suo datore di lavoro. Naturalmente non è mancata la replica di chi gestisce il bar, [VIDEO]che ha voluto evidenziare come la rilevanza data alla vicenda abbia qualcosa di malizioso, poiché all'interno dello staff del locale ci sarebbero persone di varie nazionalità e che in quella fase (marzo) non erano in programma assunzioni. Ancora più netta è l'opinione fornita dalla proprietaria del caffè Romina Di Lauro: "Non conosco questa ragazza. Tutti i nostri dipendenti compongono una struttura multietnica. Ci sono spagnoli, cubani, italiani e portoghesi. Non discriminiamo nessuno". Il Caffè Oro, a quanto pare, è pronto a cautelarsi nelle sedi legali e pensa di denunciare il comportamento di Beatrice.