E' stata attivata lo scorso 12 novembre 2018, la funzione di Istanze Online dedicata alla presentazione delle domande di ammissione al concorso straordinario infanzia e primaria. Il tempo ultimo per presentare la domanda è previsto per il giorno mercoledì 12 dicembre 2018. Gli ammessi al concorso sono tutti gli aspiranti docenti di infanzia e primaria, che abbiano conseguito almeno due annualità di servizio nel periodo compreso tra gli anni scolastici 2010/2011 e il 2017/2018 (oltre che gli ammessi con riserva che hanno conseguito titolo all'estero e avuto riconoscimento dal Miur).

Pubblicità

I docenti che saranno ammessi in ruolo in base alle graduatorie regionali, dovranno comunque superare il periodo di prova e formazione.

Partecipanti al concorso: gli immessi in graduatorie regionali

La caratteristica principale per partecipare al concorso straordinario è quella di avere due anni di insegnamento specifico nel periodo compreso dall'anno scolastico 2010/2011 sino all'anno scolastico 2017/2018. Va precisato che le due annualità di servizio possono essere anche non consecutive (ad esempio è valida un'annualità di servizio svolta nel 2010-2011 più un'annualità svolta nel 2013-2014).

Non è possibile conteggare l'anno in corso, nemmeno per chi quest'anno è impegnato in una supplenza sino al 30 giugno, perché i requisiti devono essere già stati maturati al momento della presentazione della domanda. La conferma del ruolo, per i partecipanti al concorso straordinario, passa attraverso il superamento dell' anno di prova, il quale dovrebbe prevedere una formazione obbligatoria di 50 ore suddivise tra incontri iniziali/finali, laboratori formativi, osservazione reciproca e attività online su piattaforma dedicata: al termine della formazione è poi previsto un colloquio finale.

Pubblicità

Nel frattempo già si annuncia la richiesta e la protesta degli idonei del concorso 2016 che rivendicano la conferma di validità delle loro graduatorie oltre il triennio. Infine, un'ultima precisazione va fatta per la presentazione della domanda da fare esclusivamente online, per la quale è necessario effettuare versamento di segreteria ed essere in possesso del codice personale (un codice alfanumerico) per l'inoltro della domanda. In caso di smarrimento del codice sarà possibile recuperarlo all’interno del menù “Funzioni di servizio” di Istanze online cliccando su “Recupero codice personale”.

Una volta entrati nell'apposita area, bisognerà inserire il proprio codice fiscale e cliccare su conferma non prima di avere risposto alla domanda per il recupero del Codice Personale impostata in fase di registrazione. A quel punto il codice vi verrà spedito via mail.