La terza decade del mese di novembre proporrà ancora diversi scioperi nel settore dei trasporti pubblici [VIDEO]. Tra le agitazioni sindacali in programma, non mancheranno proteste nel comparto ferroviario, dove spiccherà uno stop del personale delle società dell’intero Gruppo FSI. La data da cerchiare in rosso sul calendario sarà quella di venerdì 23 novembre 2018. A proclamare lo sciopero di 8 ore è stato USB Lavoro Privato. Durante la fascia oraria 9.00-17.00 ci sarà il rischio di cancellazioni dei convogli di Trenitalia a livello nazionale.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Viaggi

A farne le spese, saranno principalmente i pendolari, visto che saranno le tratte regionali ad essere maggiormente interessate da soppressioni o limitazioni di percorso.

Come spesso accaduto in passato, non dovrebbero esserci disservizi sulle tratte a media-lunga percorrenza. Lo stesso giorno, si fermerà anche il personale mobile presso la DPR della Campania, mentre i dipendenti della RFI addetti agli impianti di manutenzione delle infrastrutture presso la DTP di Roma incroceranno le braccia per l’intera prestazione lavorativa. Una volta archiviata questa giornata critica per il trasporto su rotaia, ci saranno delle altre date in calendario da appuntarsi, anche se non più a livello nazionale, bensì regionale.

Calendario degli scioperi tra fine novembre e inizio dicembre

Domenica 25 novembre 2018 si fermeranno per 8 ore (9.00-17.00) i lavoratori di Trenitalia in Toscana addetti al settore equipaggi. Lo sciopero è stato proclamato da una serie di sindacati: CAT, USB, CUB Trasporti, FILT-CGIL, FIT-CISL, UILT-UIL, UGL, FAST, ORSA e RSU 47.

Passando al mese successivo, bisognerà segnarsi la data di domenica 9 dicembre 2018, quando a partire dalle ore 3.00 scatterà la protesta del personale di Trenord [VIDEO] a Milano e in Lombardia. Lo stop indetto da CUB Trasporti avrà una durata di 23 ore. Lunedì 10 dicembre 2018 sarà la volta di Reggio Calabria, dove gli addetti di RFI si fermeranno per 8 ore (9.00-17.00). Contemporaneamente, incroceranno le braccia anche i dipendenti di RFI presso l’impianto di navigazione di Villa San Giovanni (RC).

Spostandoci in Piemonte e Valle d’Aosta, invece, ci sarà in programma lo sciopero di 8 ore (9.00-17.00), domenica 16 dicembre 2018, da parte dei lavoratori di Trenitalia presso le strutture DPR e DPLH. Infine, sempre nella medesima giornata e durante la stessa fascia oraria, avremo la mobilitazione di macchinisti, capitreno e capiservizio treno in Veneto. Dopo queste agitazioni sindacali, ci dovrebbe essere una sorta di tregua per via delle festività natalizie. I bracci di ferro riprenderanno con tutta probabilità nell’anno nuovo, lasciando un po’ di pace agli italiani, che durante quel periodo di fine anno si metteranno maggiormente in viaggio.