Arriva anche dalla Camera in terza lettura il via libera alla legge di Bilancio 2019 contenente i provvedimenti chiave di riforma del settore previdenziale e del welfare. Il governo ha così ottenuto la fiducia sulla Manovra, con 327 voti favorevoli e 228 contrari. Il 27 dicembre 2018 è stata emanato la circolare 122 dall’Istituto di Previdenza Sociale Italiano che ha ufficializzato le nuove cifre di pensione che gli italiani si troveranno con il primo rateo 2019.

Pubblicità
Pubblicità

Unico decreto, aumento pensioni e fondi disposti

Il costo della manovra finanziaria sarà di 31 miliardi di euro e in data 29 dicembre è stata approvata dalla Camera. Nel 2019 saranno erogati quasi 4 miliardi, mentre per il 2020sano garantiti circa 8,3 miliardi di euro in qualità di coperture. Il decreto che legittimerà il reddito di cittadinanza e quota 100 sarà il medesimo. Infatti, le due misure, capisaldi del contratto di governo Lega-M5S, dovrebbero partire sin da subito: lo stesso ministro ha specificato che un unico decreto relativo al Reddito di Cittadinanza e a Quota 100 sarà presentato entro e non oltre i primi giorni del nuovo anno.

Reddito di cittadinanza e quota 100: un solo decreto per entrambe.
Reddito di cittadinanza e quota 100: un solo decreto per entrambe.

Sussisterà anche un aumento per le Pensioni più basse. Ecco un esempio all'atto pratico: le pensioni minime aumenteranno di 5,58 euro mensili, l'assegno sociale aumenterà di circa 4,99 euro mensili, la pensione di invalidità si incrementerà di 3,06 euro mensili.

Pensioni: 7 fasce di rivalutazione

Uno degli aspetti che hanno generato più discussione è l’introduzione della rivalutazione delle pensioni. Si fa riferimento in particolare modo a quelle che mostrano un importo che supera di tre volte il trattamento minimo, ovvero oltre ai 1552 euro mensili.

Pubblicità

La rivalutazione interesserà il 2019, il 2020 e il 2021 e saranno introdotte sette nuove fasce di importo, le rivalutazioni più significative saranno le seguenti:

  • sul 100% della quota pensione per gli assegni fino a tre volte il trattamento minimo;
  • sul 90% della quota pensione per gli assegni fino a 5 volte il trattamento minimo;
  • sul 75% della quota pensione per gli assegni fino a 5 volte il trattamento minimo.

Salvini: come agirà il governo

Il ministro Salvini si è espresso su quanto il governo sta operando: i provvedimenti sono stati pensati per aiutare il nostro paese ad uscire dalla crisi come mai nessun governo precedente ha mai fatto.

Come il diritto alla pensione, diritto a un lavoro e a ritrovarlo se l’hanno perso. Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, ha poi spiegato il vice premier Salvini, che le risorse saranno indirizzate verso coloro che ne hanno davvero bisogno, evitando possibili sprechi. "Chi ha un ricco conto in banca e pensa di fare il furbo, aggiungendo euro a euro, non ne vedrà uno".

Clicca per leggere la news e guarda il video