Nonostante le rassicurazioni, ribadite ad ogni occasione, del premier Giuseppe Conte sulla conferma di Quota 100 che troverà spazio nella legge di Bilancio 2020, prosegue il dibattito politico, economico e sindacale sulla riforma delle Pensioni. L’attenzione, in queste ore, è focalizzata in particolare proprio sulle pensioni anticipate a 62 anni con 38 anni di contributi introdotte dal precedente governo gialloverde per "superare" la legge Fornero e già richieste da oltre 180mila lavoratori che, secondo le previsioni dell’Inps, arriveranno a 200mila entro la fine di quest’anno.

Legge di Bilancio 2020, scontro Salvini-Renzi su Quota 100

Sulla questione previdenziale, in vista dell’esame parlamentare della prima manovra del governo giallorosso continua il duello a distanza tra il leader della Lega Matteo Salvini e quello di Italia Viva Matteo Renzi, nei giorni scorsi protagonisti di un confronto televisivo a tutto campo nel salotto di Porta a Porta di Bruno Vespa su Rai 1. "La Lega in Parlamento - ha detto oggi il leader del Carroccio ai microfoni di Rtl 102.5 - farà tutte le battaglie possibili e immaginabili sulla tutela di Quota 100".

Non solo le pensioni anticipate, tra gli impegni della Lega anche la "difesa del diritto a pagare in contanti – ha aggiunto Salvini – e la semplificazione". Queste le prime dichiarazioni di oggi di Salvini a Rtl 102.5 rilanciate poi dalle agenzie di stampa: ovviamente non si è fatta attendere la replica di Renzi, ospite a Mattino Cinque.

Il leader di Italia Viva: 'Errore dare soldi a 100mila pensionati'

"Salvini - ha detto il leader di Italia Viva - ha votato per il reddito di cittadinanza, che secondo me non serve all'Italia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Matteo Salvini

Salvini - ha aggiunto Renzi ai microfoni di Canale 5 - ha votato Quota 100 che dice di aiutare i pensionati ma invece aiuta solo 100mila persone. Dare soldi a 100mila pensionati è un errore". Prosegue dunque a colpi di dichiarazioni e post il duello a distanza tra Renzi e Salvini, in particolare sulla Quota100. Italia Viva ha già annunciato la presentazione di un emendamento per l’abolizione della Quota 100, puntando invece sul potenziamento dell’Anticipo pensionistico sociale introdotto dal governo Renzi e poi di fatto attivato dal governo Gentiloni.

Emendamento che non dovrebbe creare nessun problema all’esecutivo ma che sottolinea una diversità di vedute sul fronte pensionistico all’interno della maggioranza. E in questa situazione Renzi mostra di non andare d’accordo né con la maggioranza né con l’opposizione, visto che a difendere il provvedimento, in particolare, è proprio il leader della Lega per cui Quota 100 rappresenta uno dei simboli positivi del precedente governo gialloverde.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto