Il Ministro per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione ha indetto un avviso pubblico per la selezione e la nomina del direttore generale dell'Agenzia per l'Italia Digitale che tutela i rapporti con gli organismi e le amministrazioni pubbliche comunitarie, nazionali e internazionali come pure le autonomie locali e le regioni. Il mandato ha un decorso di tre anni ed è rinnovabile.

Qualifiche professionali

I candidati ideali devono essere in possesso di un'appropriata formazione universitaria e devono aver conseguito almeno la laurea magistrale, la laurea specialistica o il diploma di laurea.

Richiesta anche una confermata preparazione professionale inerente all'innovazione tecnologica e nei settori oggetto dei servizi dell'Agenzia, una dettagliata esperienza maturata tramite le pubbliche amministrazioni o società private in materia di management di criteri innovativi, una certa competenza nel dirigere le organizzazioni complesse, nella conduzione e nello sviluppo di equipe di lavoro, anche multidisciplinari e differenziati e nella gestione di programmi di ottimizzazione digitale delle organizzazioni e delle attività. Infine non deve mancare una determinata capacità nella coordinazione delle procedure amministrative e degli affari.

Come fare domanda e ulteriori delucidazioni

La domanda di ammissione al concorso con allegato il proprio curriculum vitae in formato europeo firmato e datato deve essere presentata telematicamente mediante la posta elettronica certificata alla seguente casella PEC: ministroinnovazione @ pec.governo.it entro le ore 12:00 di martedì 12 novembre 2019. All'istanza devono esserci incluse le proprie generalità, i titoli di istruzione acquisiti e un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), nella quale il candidato interessato deve asserire e dichiarare sotto la propria responsabilità, l'attendibilità e la correttezza di tutti i dati e le indicazioni esposte nella domanda di adesione e nel curriculum vitae.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Offerte Di Lavoro Concorsi Pubblici

In aggiunta a ciò, è opportuno inserire nell'istanza la conferma di non aver riportato procedimenti penali e carichi pendenti.

Al fine dell'assegnazione della carica e dove si ritiene necessario, il Ministro incaricato avrà la facoltà di trattare l'audizione dei partecipanti considerati possessori di elevata professionalità, competenza dirigenziale e un'esperienza idonea a tale ruolo.

L'avviso è visionabile sul portale istituzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri e dell'Agenzia per l'Italia digitale-AgID.

Si precisa che sulle stesse pagine web viene inoltre pubblicata la lista dei concorrenti che esibiscono la propria candidatura e che hanno dichiarato il soggettivo consenso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto