E’ stato bandito un concorso pubblico da parte del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf) per 10 assunzioni di funzionari amministrativi da destinare in diverse sedi dell’ICQRF (Dipartimento dell'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari). Il bando è comparso sulla Gazzetta Ufficiale – IV serie speciale Concorsi n° 87 del 5 novembre 2019.

Le posizioni sono destinate a candidati laureati che potranno inoltrare la domanda entro la scadenza fissata al prossimo 5 dicembre 2019.

Continuano quindi le assunzioni nella Pubblica Amministrazione, in attesa dei maxi concorsi annunciati per il prossimo anno.

Assunzioni Pubblica Amministrazione, concorso del Ministero dell’Agricoltura: requisiti, posti e domanda

Per poter partecipare al concorso pubblico bandito dal Mipaaf, i requisiti generici richiesti prevedono, come al solito, per quanto riguarda i concorsi della Pubblica Amministrazione, cittadinanza italiana o di uno degli Stati UE, il pieno godimento dei diritti politici e civili e l’idoneità fisica allo svolgimento dei compiti previsti dalla figura di funzionario amministrativo che sarà verificata all’atto dell’assunzione.

Per quanto riguarda i requisiti specifici, si richiede il possesso della laurea (specialistica, magistrale o vecchio ordinamento) in una delle classi, principalmente giuridiche, economiche, politiche o equipollenti, indicate dell’articolo 2 del bando di concorso che può essere consultato nella sua integrità sulla citata Gazzetta Ufficiale oppure sul sito istituzionale del Ministero all’indirizzo web politicheagricole.it.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro Concorsi Pubblici

I 10 posti messi a concorso saranno destinati alla sede centrale ed agli uffici periferici del Dipartimento ICQRF secondo la seguente ripartizione:

  • 4 posti amministrazione centrale di Roma;
  • 2 posti sede ICQRF Nord Ovest (1 a Torino e 1 ad Asti);
  • 1 posto sede ICQRF Sicilia (Palermo);
  • 1 posto sede ICQRF Italia Meridionale (Napoli);
  • 1 posto sede ICQRF Toscana e Umbria (Firenze);
  • 1 posto sede ICQRF Nord Est (Conegliano/Susegana).

Le domande dovranno essere inviate entro la scadenza fissata alle ore 23:59 del giorno 5 dicembre 2019 utilizzando l’applicazione informatica predisposta sul sito del Mipaaf.

Le prove di selezione per il concorso Mipaaf per 10 funzionari ammnistrativi

La selezione dei candidati prevede una prova preselettiva, due prove scritte e una prova orale, il cui calendario e sede di svolgimento sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e sul sito del Mipaaf.

La prova preselettiva consisterà in un test di 50 domande a risposta aperta sulle stesse materie previste per le successive prove scritte ed orali e i cui risultati consentiranno la formazione di una graduatoria dalla quale saranno selezionati un numero di candidati pari a tre volte i posti disponibili che potranno accedere alle successive prove.

Le due prove scritte saranno basate sulla redazione di un elaborato e nella somministrazione di una serie di domande a risposta sintetica su argomenti generali di diritto amministrativo, diritto dell'Unione europea, contabilità dello Stato e su argomenti specifici quali la normativa sulla produzione e la commercializzazione dei prodotti agroalimentari in genere e DOP/IGP e biologici in particolare.

I candidati che avranno ottenuto un punteggio minimo di 21/30 in ognuna delle due prove scritte saranno ammessi alla prova orale che consisterà in un colloquio sulle materie delle prove scritte ed altre tra le quali i sistemi di gestione della qualità, elementi di diritto penale in riferimento ai reati alimentari, nonché organizzazione e funzioni dell’ICQRF.

I primi 10 candidati della graduatoria risultate della varie prove di selezione, saranno assunti in nella posizione di funzionario amministrativo - terza area funzionale, fascia retributiva F1 ed avranno l’obbligo di permanenza per almeno cinque anni della sede di prima assegnazione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto