Il concorso pubblico per l'assunzione di funzionari da impiegare nei ruoli di ispettori del lavoro fa parte del progetto ripam per la copertura di 2.133 posti da inserire in diverse amministrazioni (complessivamente le amministrazioni interessate al reclutamento sono 18). Tra i 2.133 posti, 246 unità di personale riguardano l'Ispettorato nazionale del lavoro. I profili ricercati si riferiscono all'area amministrativa, giuridica e contabile per personale non dirigenziale da assumere a tempo pieno e indeterminato con fascia economica F1. La domanda potrà essere inviata previa registrazione al sistema digitale Spid.

I requisiti per il concorso ispettorato del lavoro

Per la partecipazione al concorso ogni candidato dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana o di qualsiasi altro stato facente parte dell'unione europea, aver raggiunto la maggiore età (18 anni), titolo di laurea, adeguatezza fisica per lo svolgimento dell'attività lavorativa, godimento dei diritti civili e politici, non essere stato dispensato da un impiego con una pubblica amministrazione, non aver riportato nessun tipo di condanna penale e infine per i candidati maschi nati nell'anno 1985 si richiede l'assolvimento dei relativi oneri militari.

Le prove oggetto del concorso

Il concorso pubblico si compone di una prima prova scritta e una orale.

Solo nel caso il numero di candidati superi di due volte i posti vacanti sarà prevista una prova preselettiva. Al superamento della quale sarà possibile accedere alla prima prova. I test saranno sottoposti in modalità informatica, in sedi dislocate e la prova orale potrebbe essere svolta telematicamente, ossia in videoconferenza.

Come iscriversi in modalità telematica

L'iscrizione al concorso dovrà avvenire esclusivamente tramite web con l'utilizzo del sistema pubblico di identità digitale (Spid) e registrandosi al sito dedicato Step one 2019. Il medesimo sito mette anche a disposizione dei candidati una guida alla registrazione, compilazione e invio della domanda di ammissione al concorso.

La guida è facilmente consultabile all'home page del sito stesso denominata 'guida step one 2019'. I candidati già registrati al sito non dovranno effettuare una nuova registrazione ma accedere direttamente tramite Spid.

Durante la compilazione della domanda dovrà essere obbligatoriamente inserita anche la pec quale posta elettronica certificata di ciascun candidato oltre al pagamento di una quota partecipativa di dieci euro. Il bollettino dovrà essere scaricato durante la compilazione della domanda inserendo la data di pagamento dello stesso. Il bando scade il giorno 15 luglio 2020.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!