Sulla Gazzetta Ufficiale n.68 del 1° settembre è stato pubblicato un bando di concorso al Consiglio Nazionale delle Ricerche per nuove assunzioni previste nel 2020-2021, tutte a tempo pieno e indeterminato. In particolare i posti disponibili, in tutto 110, fanno riferimento alla figura di funzionario amministrativo. Nel bando è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli: laurea triennale, diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale. I requisiti richiesti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda.

Termini di presentazione della domanda e prove scritte

C’è tempo fino al 1° ottobre per presentare domanda esclusivamente in forma telematica collegandosi al sito del CNR, previa registrazione al portale online del CNR. Per coloro che hanno già partecipato ad un precedente concorso presente sempre sul sito, non è necessario ripetere la registrazione. Il CNR si riserva di effettuare una preselezione prima dello svolgimento delle prove scritte, consistente in un test con quesiti a risposta multipla di tipo attitudinale e logico-matematico. Non è prevista nessuna pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova. A seguire tutti gli idonei saranno sottoposti a due prove scritte e una prova orale, sulle seguenti materie: diritto amministrativo, diritto civile, normativa in materia di rapporto di lavoro pubblico, contabilità degli Enti Pubblici, normativa fiscale e tributaria, statuto del CNR.

La Commissione esaminatrice stabilirà la durata delle prove scritte che non potranno comunque superare le sei ore. La prova orale verterà su tutte le materie sopraelencate e sulla verifica della conoscenza della lingua inglese e dell’informatica di base. Alla prova orale saranno ammessi i candidati che abbiano riportato un punteggio pari a 21/30 in ognuna delle prove scritte.

Mansioni da svolgere e sede di lavoro

La sede di servizio verrà stabilita prima della stipula del contratto di lavoro, secondo l’ordine della graduatoria che sarà pubblicata dopo le prove orali di ciascun candidato. Il vincitore dovrà rimanere in servizio presso la sede per un periodo non inferiore a cinque anni.

Tutti coloro che saranno dichiarati vincitori saranno chiamati a svolgere le seguenti funzioni: supporto giuridico-amministrativo e contabile per la redazione di atti, provvedimenti amministrativi, bandi di gara e contratti, gestione e rendicontazione dei progetti di ricerca anche internazionali. Lo stipendio di un funzionario si aggira intorno ai 2.200 euro lordi.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!