Nella Conferenza d'Ateneo voluta dal Rettore Vincenzo Zara, ieri si sono illustrati tutti i dati dell'Università del Salento. Tanti interventi, tutti di tre minuti a testa, tranne che quello dell'ex Rettore Laforgia al quale è stato concesso il tempo necessario per l'intervento. A metà mandato, il dato che risalta è quello del netto aumento segli iscritti nell'Unisalento.

I dati negli ultimi 10 anni

Negli ultimi 10 anni, le immatricolazioni nell'Unisalento si sono nettamente ridotte nel periodo tra il 2007-2008 ed il 2013-2014, ma poi sono aumentate negli ultimi 3 anni accademici. Mentre il sistema universitario nazionale è in crisi, l'Unisalento ha visto una crescita di immatricolazioni importante specialmente negli ultimi anni.

Di seguito, l'andamento delle immatricolazioni dal 2007 al 2017 nell'Unisalento, riportate dall'edizione odierna del Nuovo Quotidiano di Puglia:

  • 2007- 2008: 5.844 immatricolazioni;
  • 2008-2009: 5.181;
  • 2009- 2010: 4.564;
  • 2910- 2011: 4.336;
  • 2011- 2012: 3.862;
  • 2012- 2013: 3.846;
  • 2013- 2014: 3.547;
  • 2014- 2015: 3.575;
  • 2015- 2016: 3.663;
  • 2016-2017: 3.667.

Se l'Unisalento, dopo aver registrato una grossa perdita di immatricolazioni negli anni scorsi, adesso vede risalire i numeri, a livello Nazionale, come detto, continua il crollo di immatricolazioni all'Università. Dal 2007- 2008 ad oggi, il sistema nazionale universitario ha perso qualcosa come 40.000 immatricolazioni all'anno. Numeri impressionanti che si possono notare anche in Puglia. Anzi, i dati in Puglia sono pure peggio. Infatti, se a livello nazionale c'è una leggerissima ripresa (+0,5%), nella regione pugliese, il declino continua e si è passati dai 22.904 immatricolati del 2007-2008 ai 14.390 del 2016-2017.

I migliori video del giorno

Le risorse, però, sono in calo. I fondi statali dell' Ffo si sono ridotti da 88 milioni di euro nel 2007 a 73 milioni nel 2016. Per quanto riguarda i corsi di laurea, sono pronti a partire tre corsi nuovi: Dams, Viticoltura e Manager del Turismo sono i tre corsi che potrebbero portare ancora nuovi iscritti all'Università salentina, che per il momento si gode questi numeri positivi.