Il 14 marzo 2013 partiranno gl'incentivi per leauto verdi (elettriche, ibride, gas). L'unica scadenza sarà l'esaurimento dell'esiguofondo messo a disposizione dal Governo, solo 40 Milioni di euro.

Sarà dunque una corsa contro il tempo, man mano che verranno richiesti gliincentivi il fondo diminuirà fino all'esaurimento e quindi alla negazione dell'incentivoper chi arriva troppo tardi. Non è chiaro ancora se vi sarà la possibilità dirifinanziare il fondo, vista già la forte crisi del settore automotive.

Gl'incentivi dai primi studi del ministerodell'economia dovrebbero essere sufficienti per circa 25.000 veicoli, ma accedervi non sarà così semplice comepensiamo, già il Dl 83/12, articolo 17-decies aveva limitato la platea deibeneficiari. Il Dm attuativo (emanato l'11 gennaio dal ministero dello Sviluppoeconomico) ha ulteriormente ristretto e inaspritoi requisiti per l'assegnazione dell'incentivo. Innanzitutto comebeneficiari e mezzi saranno preferite le richieste per l'acquisto di mezziaziendali a fronte di una rottamazione di un veicolo d'immatricolazione almenodecennale e posseduto da almeno un anno.

Il ministero dello sviluppo economico non escludeche, durante l'applicazione degli incentivi, vengano emanate circolari che porranno ulteriori vincoli all'accesso al fondo per l'incentivo. Si prepara dunque una primavera difficile per chivorrà cambiare veicolo con uno più rispettoso per l'ambiente.

Calcolo dell'incentivo

Il calcolo dell'incentivo sarà legata in base alleemissioni di CO2 del veicolo (con limiti massimi di 120g/km) vengono esclusetotalmente le alimentazioni a benzina e diesel.

Quindi sarà ristretto il parcoveicoli acquistabile lasciando le porte aperte alle alimentazioni alternative. Siarriverà fino ad un incentivo di 5000 europer l'acquisto di un'auto elettrica. Più alta è l'emissione meno incentivoverrà erogato. E' certo anche che l'incentivo sarà erogato per una parte come sconto da parte del venditore, altreprocedure di erogazione della restante somma sono allo studio da parte delministero.

Procedura per l'ottenimento

Si preannuncia un sistema di richiesta un po'complicato. La prima fase dellaprocedura per l'ottenimento dell'incentivo è innanzitutto iscriversi allapiattaforma on line sul sito ministeriale. Inserendo i dati del veicolo che s'intendeacquistare sulla piattaforma si verificherà la disponibilità e la quantità diincentivo massimo erogabile. In caso di risposta positiva bisognerà contattareil venditore e procedere all'acquisto e l'immatricolazionedel mezzo, la procedura dovrà concludersi entro e non oltre i 90 giorni dalla presentazione dirichiesta della domanda.

Il Ministero precisa che il 90simo giorno scadrà anchese cadesse in coincidenza con un giorno festivo.

Il venditore dal suo lato entro 15 giorni dall'acquisto del mezzoe dal ricevimento del veicolo dato in rottamazione, dovrà presentare al ministroil certificato di avvenuta demolizione.Anche qui il conteggio del quindicesimo giorno non ha proroghe in caso difestività. Ogni dato non coincidente annullerà in automatico l'incentivo.

Segui la nostra pagina Facebook!