Vi piace l'altissima velocità? Amate le forme sinuose e filanti di fantastiche Ferrari, Lamborghini e Bugatti? Siete eccitati quando sentite avviarsi il propulsore di una Aston Martin? Beh, queste sono senza dubbio delle fantastiche emozioni che solo puristi e amanti dei motori possono apprezzare pienamente; ma se vi state rendendo conto che tutte queste emozioni, provocate da centinaia di cavalli e scattanti velocità, vi stanno creando assuefazione, questa è la notizia che vi darà l'aumento di dose adrenalinica per provare ancora l'originale brivido dietro la schiena. Shockwave. Ricordate questo nome: lo risentirete molto presto, e quando per gli altri sarà una novità, voi saprete già tutto. Shockwave non è una supercar che fa incollare i passeggeri al sedile in fase di accelerazione, ma è un supertruck, cioè un camion che offre prestazioni tutt'altro che modeste. Basti pensare che una delle supercar più potenti in commercio è la Bugatti con circa 1.200 cv, e questo missile dalle fattezze di un camion ha tre motori a reazione da 12.000 cv ciascuno, per un totale di ben 36.000 cavalli! I motori utilizzati sono gli stessi che montano i jet della marina militare statunitense (Pratt & Whitney J34-48).

Il peso del mostro si aggira intorno alle sette tonnellate (la Bugatti, prendendola sempre a modello per un confronto, di tonnellate ne pesa meno di due), ma nonostante questa immensa massa riesce a correre alla stratosferica velocità di oltre 600 km/h! Riesce a percorrere il classico test americano di velocità del quarto di miglio (circa 400 metri) da fermo in soli 6,5 secondi, con una velocità di uscita di oltre 400 km/h. L'impianto frenante ovviamente non sarebbe sufficiente a fermare un colosso del genere lanciato a queste folli velocità. Quindi per frenare, lo Shockwave, utilizza due paracaduti di origine militare, che generano una decelerazione potentissima, quantificata in 9G. Shockwave non è un camion da strada, ma da spettacoli. Gli spettacoli in cui si esibisce sono quasi esclusivamente sfide di accelerazioni con potenti aerei: ad oggi Shockwave, le sfide, le ha vinte tutte. Se la velocità che questo bolide riesce a raggiungere è elevatissima, il consumo di carburante non è meno esagerato. Infatti, per ogni lancio in pista, lo Shockwave, necessita di oltre cinquecento litri di benzina! Se vi è venuta la pelle d'oca, cercate di riprendervi: difficilmente vedrete lo Shockwave in Italia.

Segui la nostra pagina Facebook!