Con l'avvicinarsi dell'estate 2015 inizia il desiderio in ognuno di noi di partire per una vacanza, ma per gli appassionati delle due ruote cosa c'è di meglio se non l'acquisto di una Moto, per poter godere degli odori che ci regala la stagione estiva. Oggi in questo articolo discuteremo sull'acquisto di una moto usata e come riuscire a risparmiare sul passaggio di proprietà, inoltre daremo un'occhiata sugli attuali tariffari, così da evitare costi eccessivi.

Moto usata 2015: tariffari passaggio di proprietà

È già da qualche anno che è decaduto l'obbligo dell'atto notarile per quanto concerne il passaggio di proprietà di una moto usata, infatti esistono tre maniere per poter effettuarlo, ovvero il contratto da parte del notaio o un'agenzia in cui si effettuano le pratiche automobilistiche oppure il passaggio fai da te. Noi ci soffermeremo proprio sul fai da te, poiché l'agevolazione sta nel riuscire a economizzare, da precisare che in questo modo vi saranno da versare solamente gli emolumenti ACI, le imposte e i diritti. Ecco di che cosa ci si dovrà fornire:
  • libretto di circolazione originale e corrispondente facsimile di ogni sua parte;

  • certificato di proprietà originale;

  • fotocopia del documento d'identità valevole e del codice fiscale del rivenditore;

  • tre duplicati del documento d'identità in vigore e del codice fiscale del compratore;

  • una marca da bollo del valore di 16 euro.



Quando si avrà tutta la documentazione necessaria alla mano si dovranno redarre i quadri M, T, P, R, del certificato di proprietà e il modello TT2119, che potrà essere scaricato da internet oppure sarà a disposizione tramite la motorizzazione PRA/ACI. Per la certificazione si hanno due alternative, la prima sarà possibile andare presso un ufficio municipale e poi si dovrà recapitare tutta la documentazione mediante un'agenzia PRA/ACI. La seconda possibilità sarà depositare tutto l'incartamento immediatamente presso un'agenzia PRA/ACI. L'ammontare di tutta l'azione dovrebbe essere equivalente a 100.00 euro, con l'aggiunta di probabili diritti di segretariato:
  • per gli emolumenti ACI il costo sarà di 27.00 euro;

  • l'imposta di bollo per l'immatricolazione al PRA, sarà di 32.00 euro, qualora si utilizzasse il modello NP-3B il costo diverrebbe di 48.00 euro;

  • per i diritti DTT, il costo sarà di 9.00 euro;

  • l'imposta di bollo per il rinnovamento della carta di circolazione, sarà di 16.00 euro.



I versamenti potranno essere fatti in denaro contante o attraverso bancomat, mediante le medesime agenzie PRA/ACI. Attenzione non vengono accettate le carte di credito. Se desiderate essere aggiornati su queste argomentazioni cliccate il tasto "Segui" in alto a destra attiguo al nome dell'autore.
Segui la nostra pagina Facebook!