Una delle vetture che in questo 2015 ha maggiormente fatto parlare di sé, è certamente la nuova berlina del biscione,Alfa Romeo Giulia. Nonostante il recente rinvio della sua uscita sul mercato, il muletto della nuova Giulia nella versione "normale", è stato avvistato nei giorni scorsi nelle strade vicino Torino, intento ad effettuare la delicata fase dei test su strada. Si tratta ovviamente della versione camuffata, immortalata da alcune foto spia diffuse sul web da "Quattroruote.it". Le immagini in questione, mettono in evidenza alcune delle principali differenze estetiche della versione normale rispetto alla sportiva Quadrifoglio, ufficialmente presentata lo scorso 24 giugno ad Arese presso il museo "Macchina del tempo".

Occhi puntati su fari alogeni e cerchi in lega

Ricordiamo che la versione normale di Alfa Romeo Giulia non è stata ancora ufficialmente presentata. Inizialmente si pensava che l'intera gamma della nuova Giulia potesse essere mostrata in marzo a Ginevra, ma lo slittamento a fine 2016 della sua uscita sul mercato, potrebbe rimandare anche la sua presentazione. Questo cambiamento, tuttavia, al momento è tutto da verificare e dunque va preso con il beneficio d'inventario.Era da questa estate che non avvenivano avvistamenti in strada del muletto della nuova Alfa Romeo Giulia. Le maggiori differenze si possono notare per quanto riguarda i fari alogeni e i cerchi in lega che, sebbene camuffati, appaiono gli stessi già visti nelle foto spia di questa estate.

Il muletto dotato di cambio automatico?

Chi ha scattato la foto, inoltre assicura che il muletto in questione montava un motore diesel con cambio automatico. Questo conferma che la nuova berlina Alfa Romeo Giulia sarà dotata di cambio robotizzato e che questa combinazione risulterà sicuramente una delle preferite dai consumatori del mercato europeo.Soprattutto, visto e considerato che l'obiettivo di Alfa Romeo è quello di crescere nel segmento premium del mercato auto, cercando di sottrarre clienti alle case automobilistiche tedesche: Audi, Mercedes e Bmw.

Segui la nostra pagina Facebook!