Si è appena conclusa la sessione di fine anno di crash test Euro NCAP e sono state sottoposte ai devastanti test quindici modelli scelti tra vetture attualmente in commercio. Ben undici auto hanno ottenuto le cinque stelle, di fatto promosse a pieni voti avendo superato brillantemente l'articolato percorso di prove. Tra le bocciate figura la “nostra” Lancia Ypsilon Restyling, autrice di una performance deludente, conclusasi con un incendio. La citycar italiana ottiene appena due stelle e il pesante titolo di peggiore auto del 2015.

Scopriamo cosa è successo.

Due stelle e tanto fumo

Euro NCAP è l'organismo europeo indipendente per la sicurezza automobilistica da anni impegnato a testare la sicurezza, in molteplici ambiti, classificando i modelli sottoposti ai crash test in base ai punteggi raggiunti in ogni singola prova. Dallo scorso anno sono stati innalzati gli standard di sicurezza e sono state cambiate le regole dei test, divenuti davvero impegnativi anche per vetture blasonate. Questo ha spinto ovviamente i costruttori a investire per migliorare la sicurezza attiva e passiva delle proprie auto e ambire così alle più che mai prestigiose cinque stelle.

L'ultima tornata di prove ha premiato modelli come la Mercedes GLA, la BMW X1, la Jaguar XF o la nuovissima Renault Talisman.

Come dicevamo in apertura, per l'ultima edizione della Lancia Ypsilon i test NCAP sono stati a dir poco tragici. Su quasi tutta la linea l'italiana è risultata insufficiente agli standard, soprattutto per quanto riguarda i sistemi di sicurezza attiva e la protezione degli occupanti adulti in caso di incidente.

Ad aggravare un quadro deludente ha contribuito un inaudito, e soprattutto inatteso incendio, scaturitosi dopo il crash test di impatto frontale.

Ecco perchè la Ypsilon è andata a fuoco

Le cause dell'incendio sono state ampiamente descritte nel rapporto che la stessa Euro NCAP ha diramato al termine delle prove. Poco dopo aver effettuato la prova d'impatto frontale, dal vano motore della Lancia Ypsilon (una 1.2 Gold LHD) sono divampate le fiamme.

Per via dell'impatto la batteria è andata in corto circuito e ha infiammato il liquido dell'impianto frenante, una cui tubazione passa proprio nei pressi della batteria. Una triste fatalità che fa rabbrividire se quanto accaduto dovesse verificarsi in un contesto stradale.

Ovviamente, non è tardata la risposta del costruttore, il quale non ha nascosto incredulità per l'accaduto, dichiarando che non si era mai verificata una anomalia del genere, e di voler provvedere con tempestività a mettere in atto verifiche e contromisure sulle vetture già assemblate.

Richiamo ufficiale in vista?

Una notizia di tale gravità avrà scosso i proprietari delle Ypsilon Restyling già circolanti e, sinceramente, non ci sentiamo di biasimarli.

Da parte di Lancia non è arrivato alcun riferimento alle vetture che sono già state immatricolate e fanno ormai parte del parco circolante, ma riteniamo che la Casa provvederà ad una azione di richiamo, almeno per verificare eventuali anomalie e identificare gli esemplari a rischio di incendio.

Segui la nostra pagina Facebook!