Valentino Rossi è sceso nuovamente in pista a Misano. Lunedì aveva percorso soltanto 4 giri con la sua Yamaha R1 per via della pioggia. Tutto per testare le sue condizioni in vista del suo rientro ad Aragon. Stavolta il campione di Tavullia, ha percorso 11 giri, all'incirca metà gara. Questa insistenza nel voler tornare a provare ed il numero maggiore di giri percorsi, fa presupporre che Valentino Rossi abbia già deciso di provare a correre ad Aragon.

A questo punto manca soltanto l'ufficialità.

Sono passati solo una ventina di giorni ma il dottore riesce già a guidare la R1. Bisogna ricordare come Valentino abbia riscontrato dolore nella guida, difatti suo padre Graziano aveva mostrato qualche dubbio nella giornata di ieri. Rossi nonostante il dolore e l'infortunio ha da subito ritrovato il feeling, come dimostra questo video del suo test a Misano.

Valentino dunque non aspetta altro che l'ok dei medici del circuito. Ciò permetterebbe a Rossi di rientrare per Aragon. Solo a questo punto Rossi capirà le difficoltà nel percorrere l'intera gara.

Agostini è sicuro

Il 15 volte campione del mondo, Giacomo Agostini, si è espresso in merito al rientro del nove volte campione del mondo. Difatti per Agostini, una volta deciso di partire, Valentino avrà già stabilito se correre o meno la gara.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Valentino Rossi

Ago ha difatti dichiarato: 'se si sente bene perché non dovrebbe non correrre?', chiara dunque la posizione di Agostini.

Per Giacomo Agostini non avrebbe senso partire solo per vedere le sensazioni durante le prove. Valentino partirebbe solo con la consapevolezza di poter disputare la gara. Il 15 volte campione del mondo si è così espresso in un'intervista all'Ansa.

Precedenti

Nella storia del motomondiale vi sono parecchie analogie e similitudini.

Molti ricorderanno Randy de Puniet che nel 2010 tornò dopo 21 giorni in seguito ad una frattura di tibia e perone. Il più eclatante forse è stato Doohan nel 1992 che tornò dopo 8 settimane dal suo incidente. I più nostalgici ricorderanno invece Barry Sheene che nel 1975 tornò dopo 49 giorni. Aveva riportato fratture al femore, braccio, vertebre e costole.

Al di là di tutto, quello che Valentino Rossi ha dimostrato è la grande passione per le moto.

Tornare subito a provare, provare a sentire quelle sensazioni e soprattutto provare di nuovo quel feeling. A breve uscirà il comunicato ufficiale e solo allora sapremo cosa il dottore avrà deciso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto