A volte ritornano, per fortuna. Non c'è citazione migliore di questa per festeggiare il ritorno di un mito, un'icona degli anni 70, regina indiscussa dei rally di una volta e rimpianta da vecchie e nuove generazioni: la Lancia Stratos. Circa otto anni fa un imprenditore tedesco, Michael Stoschek, decise di creare un modello che fosse la versione moderna della stratos: a distanza di qualche anno, finalmente, si è deciso di portarla in produzione.

La Nuova Stratos sarà prodotta a Torino

Ebbene si, la fenice risorge dalle sue ceneri.

Peró non sarà prodotta da Lancia, bensì dalla MAT su creazione di Pininfarina. Al secolo Manifattura Automobili Torino, si occupa di creare capolavori su quattro ruote e non è nuova per quanto riguarda la produzione di auto in serie limitata. Per citarne qualcuna abbiamo la Apollo Arrow e la Scuderia Cameron Glickenhaus SCG 003c, incredibili capolavori di ingegneria automobilistica. Fondata nel 2014 dall'ingegnere Paolo Garella, ex project manager in Pininfarina, la MAT ha deciso di riportare in vita una rivisitazione moderna della Lancia Stratos.

25 esemplari e motore V8

Sarà prodotta in numero limitato, ovvero 25, ed avrà un motore Ferrari V8 4.3 litri proveniente dalle F430, naturalmente rivisto e modificato ad HOC per la Stratos. Il telaio sarà in alluminio e la carrozzeria in carbonio, avrà 550 cv di potenza con una coppia di 519 nm, cambio sequenziale a 6 marce e peserà 1247 kg a secco. Non mancheranno anche i freni con dischi carbonceramici 398 x 36 all’anteriore e 350x34 al posteriore con annesse pinze rispettivamente a sei ed a quattro pistoncini.

Da poco sono state svelate anche le prestazioni: 0-100 km/h in 3,3 secondi, 0-200 km/h in 9,7 secondi ed una velocità che oscillerà tra i 274 km/h ed i 330 km/h a seconda della versione. Insomma, prestazioni degne di una moderna supercar che non avrà niente da invidiare alle dirette concorrenti. Le versioni, oltre alla classica Stratos, vedranno anche la GT e la Safari, ispirata proprio alla regina delle gare su sterrato.

Presentata al salone di Ginevra 2018

Da poco si è conclusa l’ edizione 2018 del Salone dell’auto di Ginevra [VIDEO], dove appunto,è stata ufficialmente presentata la nuova Stratos. Un'attenzione scrupolosa nei dettagli che non rimane assolutamente inosservata. I dettagli della Statos classica riportati su quella moderna sono degni di nota, come Il piccolo alettone integrato nella parte superiore del cofano posteriore, la coda perfettamente in linea con quella della Stratos originale, i cerchi. Belli anche gli accorgimenti moderni riportati sul nuovo modello, come l’estrattore posteriore, i fari integrati nel muso anteriore ed i parafanghi allargati.

Una vera e propria goduria per gli occhi ed il cuore.

I prezzi partiranno da 550,000€ a cui bisogna sommare quello di una F430 o F430 Scuderia, che sarebbe l’auto da cui proviene il motore della Stratos stessa.

Segui la pagina Ferrari
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!