La Mercedes ha scelto il salone dell'auto di New York per presentare il restyling della loro auto più attenta allo stile, ovvero la versione coupé (due porte) della Classe C AMG. Gli aggiornamenti estetici della coupé verranno poi trasferiti anche alle versioni berlina, station wagon e cabrio insieme alle nuove tecnologie di bordo e dinamiche. Ma passiamo ai dati più importanti.

Stesso motore, nuovo cambio

Nonostante si tratti di un restyling ad Affalterbach (casa della AMG) non hanno ritenuto necessario effettuare un upgrade di potenza per il motore, infatti questo rimane lo stesso 4 litri V8 bi-turbo declinato in due versioni diverse per la C63 ( 476 cavalli e 650Nm di coppia) e la C63 S (510 cavalli e 700Nm di coppia).

Il cambiamento meccanico più importante riguarda il cambio che ora è un AMG Speedshift MCT a nove marce, cambio immerso in un bagno d'olio che ha permesso di ridurre i tempi di cambiata. La trazione rimane al posteriore come il modello uscente e potrà contare su un differenziale autobloccante posteriore elettronico (disponibile di serie su entrambe le versioni nel restyling), differenziale che potrà lavorare in simbiosi con le modalità di guida AMG Dynamics e l'AMG Ride Control. L'accelerazione nello 0 a 100 e la velocità massima restano invariate per entrambi i modelli: 4 secondi e 250 km/h (limitata elettronicamente) per la 63 e 3,9 secondi per 290 km/h per la S.

Design da GT

I cambiamenti estetici nonostante si tratti di un aggiornamento sono davvero pochi e difficili da notare per un occhio non troppo esperto. Il più evidente è il trapianto della calandra in stile "Panamericana" dalla sorella AMG GT R, ma tutto il paraurti anteriore è stato aggiornato con nuove prese d'aria per migliorare il raffreddamento, l'efficienza aerodinamica e dare un look più aggressivo al frontale.

L'aggiornamento continua nel posteriore con un nuovo paraurti,un nuovo diffusore (o estrattore) con flick aggiuntivi, un nuovo spoiler, un nuovo scarico (famoso per la sua rumorosità) e nuovi cerchi in lega da 18 e 19 pollici.

Nuovo volante e nuovi schermi

Paradossalmente, rispetto a quanto un appassionato si aspetterebbe, le modifiche più importanti portate dal facelift si trovano negli interni. La plancia infatti è stata aggiornata nelle finiture e offre due nuovi schermi (termine alquanto riduttivo) da 7 o 10,25 pollici (optional).

Cambia anche lo schermo davanti al guidatore che si allarga fino a 12,3 pollici (anche questo come optional). Questi schermi sono controllabili attraverso il touchpad nel tunnel centrale o grazie ai due pad a sfioro (come il mouse del PC) presenti nelle razze nuovo volante. A listino sarà presente anche l'AMG Track Pace (di serie sulla S) con telemetria, tempi sul giro e altre funzionalità pensate per migliorare le prestazioni in pista.

Segui la nostra pagina Facebook!