Il Salone di Ginevra sta aprendo importanti scenari per i diversi brand del Gruppo Fca. Hanno destato grande ammirazione la concept Alfa Romeo Tonale, la Ferrari F8 Tributo e il prototipo Fiat Centoventi, con un riscontro che ha ridotto l'attenzione generale sul marchio Jeep. Eppure le novità di sostanza per il brand americano non sono mancate, presentate dal responsabile Jeep Europa Jeff Hines. Egli ha anche fornito un calendario di massima sulle Jeep che vedremo in Europa nei prossimi anni. Tra queste è da evidenziare la Mini Jeep che Fca intende posizionare sotto l'attuale Renegade, da produrre e vendere in Europa.

Hines ha confermato quanto questo modello interessi per aumentare le vendite europee del brand americano. La Mini Jeep sarà realtà tra circa tre anni, trasformandosi nella sorella della futura Panda 4x4: entrambe le vetture potrebbero avere sembianze, volumi e soluzioni tecniche simili a quelle della FIAT Centoventi che in questi giorni sta calamitando l'attenzione dei visitatori di Ginevra.

La Fiat Centoventi potrebbe ispirare la Mini Jeep

Adottando il pianale della Centoventi, la Mini Jeep avrebbe le giuste dimensioni per differenziarsi dalla Renegade: circa 50 centimetri in lunghezza dividerebbero i due modelli.

La Mini Jeep, inoltre, potrebbe giovarsi dell'abitacolo modulare della Centoventi, con il tetto rimovibile e altre soluzioni utili a rendere trasformabile la carrozzeria, adattandola secondo le versioni all'uso in fuoristrada e a quello nei centri urbani. Naturalmente anche i motori termici, la tecnologia mild hybrid e la trazione elettrica con un numero di batterie variabili sarebbero soluzioni riprese dalla Fiat Centoventi. È quindi possibile parlare di una "parentela" fra le due automobili.

Dalla piccola Jeep alla Grand Wagoneer da 9 posti

C'è poi da parlare dell'aspetto della futura Mini Jeep: basta guardare i gruppi ottici posteriori e la finestratura della Centoventi per capire che molti concetti stilistici potrebbero essere accolti nel design della futura piccola Jeep.

Questo modello sarà tuttavia l'ultima Jeep ad arrivare nei prossimi anni sul mercato europeo: prima ci sarà un'intensa sequenza di nuove uscite per il brand.

A Ginevra sono esposte già le Renegade e Compass Hybrid, che potrebbero essere prodotte entro il 2020. Sempre nel 2020 sarà il turno del Wrangler Hybrid mentre a seguire, secondo Hines, ci sarà spazio per il pick-up Gladiator, la nuova Grand Cherokee e l'ammiraglia Grand Wagoneer, che potrebbe ospitare i passeggeri su tre file di sedili per tre persone ciascuno, per un totale di nove posti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto