Nelle scorse ore, in concomitanza con la presentazione della nuova Maserati MC20, il Ceo di Fca Mike Manley, ha rivolto un importante e rassicurante pensiero sul futuro di Alfa Romeo, affermando che il biscione 'avrà un futuro molto vitale'.

Alfa 'non è stata abbandonata. Ci sarà una nuova Alfa che lanceremo a breve' ed - anzi - il marchio continua a far parte dei progetti futuri del gruppo cui appartiene. Seppur nel recente passato sia stata oggetto di notevoli tagli ai finanziamenti di ricerca e sviluppo per concentrare le risorse in altri progetti (come quello Maserati ad esempio), 'il futuro del biscione è destinato a splendere'.

Il lungo percorso di rinascita inizierà nel 2021 con un nuovo modello, la Tonale, un C-SUV destinato a sostituire la produzione dell'uscente Alfa Giulietta. Stando alle parole di Manley il prossimo anno sarà solo un inizio, un antipasto, di ciò che accadrà quando la casa di Arese farà parte della galassia 'Stellantis'. Il Ceo di Fca focalizza l'attenzione sulla Tonale, affermando che è stato creato 'un prodotto fondamentale che diventerà parte della storia Alfa', sottolineando anche come il brand abbia 'un enorme potenziale'.

Manley puntualizza inoltre anche il ruolo che - a scanso di equivoci - Alfa deve avere all'interno di Stellantis ed anche nei confronti di Maserati: 'Uno è premium, l'altro rappresenta il lusso'.

Poche, ma solide certezze

E' lecito chiedersi quando si potrà vedere una gamma più ampia in casa Alfa Romeo; tutto dipende dalla fusione con il colosso francese PSA. Sarà da qui che potranno delinearsi con certezza tutte le prospettive per il marchio, dalla produzione già ampiamente vociferata di un B-Suv entro il 2022, alla messa in strada di nuovi modelli inediti.

Andando per gradi, Mike Manley ha dichiarato in occasione della presentazione del 10 settembre 2020 in casa Maserati che la futura Stellantis sta affrontando i dovuti passaggi burocratici il più in fretta possibile, in modo da ultimare la fusione entro il primo trimestre del 2021, aggiungendo come sia importante compiere un passo simile, soprattutto sotto un periodo economicamente difficile come questo: 'Quando si passa un periodo come la pandemia si capisce perché ci sono buone ragioni per cui le due aziende debbano unirsi'.

Occhi puntati al 2021

Gli occhi degli appassionati sono tutti puntati sulla futura Alfa Tonale; sulla quale era già scattata una certa attenzione già alla presentazione del concept nel Salone di Ginevra 2019.

Sarà affidato ad esso il ruolo di iniziatrice di una nuova era, ma non sarà l'unica novità del prossimo anno: sono in arrivo anche degli importantissimi quanto sostanziosi restyling per Giulia e Stelvio, che vedranno sotto il cofano una dose di elettrificazione.

Segui la nostra pagina Facebook!