L'operazione effettuata delle forze dell'ordine rientra nelle attività di controllo del territorio. Nel corso dei sopralluoghi sono stati monitorati i quartieri più caldi della città dal punto di vista della movida del fine settimana: dal Vomero a Chiaia, dai Quartieri Spagnoli a San Giuseppe, passando per Posillipo. I militari dell'arma dei carabinieri hanno intensificato i controlli a causa dell'emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19 per far rispettare le ordinanze regionali firmate dal governatore De Luca che prevedono l'utilizzo della mascherina protettiva 24 ore su 24 e il divieto di assembramenti.

L'operazione dell'arma dei carabinieri

Il bilancio al termine delle attività di controllo è stato di quattro persone sanzionate perché sprovviste di mascherina protettiva, otto persone denunciate e due arresti. Un'operazione dai grandi numeri quella messa in campo dal comando provinciale dei carabinieri di Napoli durante lo scorso weekend (sabato 26 e domenica 27 settembre): oltre cinquecento persone identificate e controllate, nonostante la pioggia battente. Presidiati i quartieri del centro storico cittadino di Napoli, come i Decumani e San Lorenzo, ma anche Chiaia, Mergellina e i quartieri collinari del Vomero e di Posillipo. Controlli anche a Ischia dove il maltempo e l'allerta meteo non hanno ancora disperso la folla di turisti che durante i mesi estivi ha letteralmente inondato l'isola verde.

Oltre alle centinaia di persone identificate, sono stati controllati anche 250 veicoli: non sono, infatti, mancate le violazioni al codice della strada, numerose quelle per i centauri che, nonostante la pioggia, hanno sfidato il maltempo e l'asfalto senza la protezione del casco e sprovvisti di copertura assicurativa sul veicolo.

Due arresti per evasione dai domiciliari

In piazza San Pasquale, nel frequentatissimo quartiere di Chiaia, i militari dell'arma dei carabinieri hanno sanzionato 4 persone prive di mascherina, da qualche giorno di nuovo obbligatoria per l'intera giornata come da ordinanza del governatore De Luca. Nello stesso contesto le forze dell'ordine hanno arrestato Paolo Michelino, 55enne dei Quartieri Spagnoli: l'uomo, nonostante fosse sottoposto al regime degli arresti domiciliari, è stato sorpreso a passeggio in strada.

Stessa sorte anche per Antonio Cardone, 49enne di San Giuseppe: anche lui era in strada, violando la misura imposta dal tribunale di Napoli. Intensificati i controlli anche nelle attività e gli esercizi commerciali: sul lungomare Caracciolo all'interno di un locale sono stati individuati e denunciati all'autorità giudiziaria due lavoratori in nero.

Segui la nostra pagina Facebook!