Il viaggio "on the road" sarà un must di queste vacanze: milioni di italiani partiranno in auto per raggiungere la propria meta estiva preferita, al mare o in montagna. Occhi bene aperti sulle strade della Penisola: in alcuni luoghi di villeggiatura, infatti, gli automobilisti si rivelano più maldestri che altrove. Un'indagine condotta da SuperMoney, portale per il confronto dell'assicurazione auto, ha analizzato lo stile di guida in alcuni dei principali luoghi di villeggiatura italiani, scoprendo dove viene dichiarato il più alto numero di incidenti.

Il risultato? Attenzione ai Livornesi, guidatori distratti, così come Palermitani e Genovesi; i più virtuosi sono Bellunesi e Trentini.

L'analisi di SuperMoney è stata condotta sulla base degli automobilisti che, dal gennaio 2012 a oggi, hanno inoltrato una richiesta di preventivo Rc auto sul portale, dichiarando almeno un incidente (con o senza colpa) negli ultimi tre anni. Sono poi state prese in considerazione alcune delle province in cui gli italiani amano trascorrere le proprie ferie estive, al mare o in montagna.

Al primo posto della classifica troviamo la provincia di Livorno: il 15,35% dei livornesi che ha chiesto un preventivo ha dichiarato di aver fatto almeno un sinistro negli ultimi tre anni, contro una media nazionale dell'11,49%. Occhi bene aperti, dunque, se si viaggia in Toscana in auto, specialmente se alla guida c'è un operaio livornese, il guidatore che in assoluto ha dichiarato più incidenti (22,12%).

Deve fare molta attenzione anche chi viaggia sulle strade della provincia di Palermo, dove il 12,54% dei guidatori dichiara di aver fatto almeno un incidente nell'ultimo triennio. I più spericolati, in questo caso, si rivelano essere i pensionati (18,13%). Sul terzo gradino del podio troviamo la provincia di Genova (11,80%), meta di mare prediletta per molti abitanti del Nord Italia e, in particolare, gli impiegati genovesi (23,44%).

All'estremo opposto della classifica, tra le province con i guidatori più virtuosi, troviamo due luoghi di montagna: nella provincia di Trento appena l'8,09% degli automobilisti ha dichiarato un sinistro, mentre a Belluno questa percentuale sale di poco, attestandosi all'8,21%. Può viaggiare tranquillo anche chi ha scelto il Salento per le prossime vacanze, visto che in provincia di Lecce i guidatori spericolati sono solo l'8,36%.

Attenzione, però, se sulla propria via si incontra una casalinga leccese: in questa zona sono loro le guidatrici più distratte (12,85%).

"Chi viaggia in auto, soprattutto d'estate e nei periodi da 'bollino rosso', deve tenere gli occhi bene aperti – commenta Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney. – Prima della partenza, è fondamentale verificare di avere tutte le carte in regola per viaggiare sicuri: il consiglio è di controllare la validità della propria assicurazione auto e della patente, portare con sé tutti i documenti utili (compreso il modulo di Constatazione Amichevole) e, naturalmente, guidare con la massima prudenza".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto