Abbiamo detto che il Brasile non vincerà i Mondiali. Poi abbiamo detto che anche la Spagna non vincerà i Mondiali. Ieri è uscita dal novero delle pretendenti anche l'Uruguay.

Da ieri, ed a pieno titolo, la nostra Nazionale si è invece candidata seriamente per la vittoria finale. L'entusiasmo potrebbe sembrare pure eccessivo, considerato che abbiamo vinto di misura e che l'Inghilterra non ha per nulla demeritato, anzi ai punti avrebbe meritato il pareggio.

Ed allora l'ottimistica fiducia con cui ci candidiamo alla vittoria finale da cosa deriva?

Seguendo il filo logico dei nostri ragionamenti, a tenore dei quali il calcio all'italiana è il migliore, sia come tattica, che come strategia, allora è evidente che la prova data ieri dai nostri calciatori ci riempe d'orgoglio e di ottimismo.

Gli ingredienti per un grande Mondiale ci sono tutti.

Un'ottima guida tecnica in grado di leggere bene la partita e di adottare le idonee contromisure, senza pregiudizi e favoritismi, ma nell'esclusivo interesse della squadra e mirando al solo obiettivo del risultato finale.

Un ottimo collettivo, mix tra esperienza e gioventù, con interpreti di elevato livello tecnico e tattico.

Anche in presenza delle prove opache di alcuni interpreti, il modulo ci ha consentito di superare l'Inghilterra, che pure in alcuni tratti ci ha messi alle corde, senza che il risultato finale sembrasse, però, mai in discussione.

E' evidente che se la Nazionale, pur con qualche incertezza su alcune uscite da parte di Sirigu, con prove scadenti da parte di Paletta e di Chiellini e con prove non eccelse da parte di De Rossi e Barzagli, con Pirlo e Verratti stanchi e sulle gambe dopo un'ora nell'inferno di Manaus, ha ugualmente vinto e convinto, ci siano tutte le premesse per ripetere i mondiali del 1982, del 1990, del 1994 e del 2006.

In tutte e quattro le occasioni siamo giunti tra le prime quattro, in due abbiamo vinto ed in altre due no. Ma questa volta sembrano esserci tutte le condizioni, soprattutto se altre due favorite come Argentina e Germania dovessero steccare!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto