Ho comprato questo libro qualche anno or sono e l'ho letto in meno di 3 giorni. Il titolo è facile da ricordare l'autore è Robert T Kiyosaki (con Sharon L Lechter) l'argomento trattato non è la finanza o la diversità tra ricchi e poveri. L'argomento trattato è perché certe persone diventano ricchi e altre rimangono poveri, ma anche viene spiegata la Corsa del Topo (la corsa o per meglio dire lo stile di vita di molte persone che si alzano la mattina per fare una routine che non li soddisfa e non li aiuta a creare nulla di veramente sicuro né per se stessi né per la loro famiglia), ma credo che principalmente l'autore faccia una cosa più importante, cerca di spronare le persone ad agire e ad usare in modo intelligente le proprie conoscenze.

Nel libro leggiamo che Robert e il suo amico Mike hanno deciso di prendere delle lezioni, di vita, dal padre di Mike (il Padre Ricco) lasciando allo scuro o comunque non dicendo alcune cose sulla sua vita giornaliera (niente di grave o illecito eh non pensate a male), al padre biologico (definito Povero). Il padre Biologico o naturale di Robert è/era Provveditore agli studi nello stato delle Hawaii, quindi una persona molto istruita e colta mentre il padre Ricco non aveva finito le medie inferiori però entrambi avevano delle cose in comune, erano forti, carismatici e ascoltati.

Inoltre Credevano nell'istruzione ma raccomandarono diversi corsi di studi. Non voglio raccontarvi il libro (anche perché è di 200 pagine e oltre a spronare la mente di chi lo legge racconta anche pezzi di vita reale dell'autore che meritano di essere letti) ma cercherò di dirvi l'essenziale e qualche passo. Inizierei con una frase presa da pagina 19 (del libro cartaceo edito da Gribaudi) - Il padre che sarebbe presto diventato ricco mi spiegava che la frase "non me lo posso permettere" comporta l'automatica cessazione del funzionamento cerebrale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Libri

Con la domanda alternativa ("Come posso permettermelo?") si mette all'opera il cervello. - Come primo passo si dovrebbe sempre cercare di non spegnere il cervello e non darsi solo risposte ovvie ai problemi e alle situazioni... ma la frase che più mi piace è questa - Sprecare l'esistenza nella paura, senza esplorare mai i propri sogni, è crudele - Se avete voglia e se vi piace leggere, fate un pensierino su questo libro così poi mi direte cosa ne pensate, a me è piaciuto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto