Cosa dire del referendum greco? Appare chiaro che il principio secondo cui il popolo può essere chiamato alle urne per abrogare determinate Leggi, sempre che queste non siano specifiche delle materie fiscali, o dei trattati Internazionali, debba essere ridimensionato. Ecco, il diritto dei cittadini di esprimere il proprio parare attraverso i Referendum abrogativi. Negli ultimi mesi siamo stati spettatori della situazione in Grecia; il paese, con un debito pubblico superiore a quello Italiano, è stato protagonista nello scenario Economico Internazionale.

Pubblicità
Pubblicità

Il Governo ha ritenuto necessario rendere i Greci partecipi alla eventuale fuori uscita dall'Euro, proprio con un referendum. Sappiamo tutti come è andata: la nazione ha espresso il suo OXI, ma questo evidentemente non è bastato.

Sovranità del Popolo

Da questa triste vicenda gli Italiani sono stati bravi a farne tesoro, perché le questioni affrontate nel lungo dibattito Greco hanno portato alla luce un nuovo aspetto tecnico-giuridico, esiste da molti anni, ma solo oggi riteniamo sia determinante per segnare un destino migliore alle nuove generazioni.

Pubblicità

Ci riferiamo alle proposte attraverso referendum abrogativi su Leggi tributarie e di ratifica dei trattati Internazionali. Tranquilli, il disegno di legge è stato respinto, e quindi oggi che si sente parlare di referendum per uscire dall'Euro, se veramente vogliamo questo, siamo chiamati a prendere atto che è necessario un primo passaggio: e cioè bisogna mettere il popolo nelle condizioni da poter esprimersi in materia fiscale e in materia di ratifica dei trattati Internazionali. E' indispensabile perchè allo stato attuale la Legge non lo consente.

La riconquista democratica

Quindi non dobbiamo lasciarci ingannare dagli incantatori di serpenti, appare chiaro che esiste un malcontento generale, per cui è semplice persuadere i cittadini sfiduciati dalle scelte sbagliate in anni e anni di cattiva gestione delle risorse economiche. Diventiamo più costruttivi, considerando che se vogliamo avvalerci del diritto di partecipazione democratica attraverso il referendum, per alcune questioni, occorre fare un passo alla volta.

Se, invece, così non si presenta, sono sempre più convinto che ancora una volta ci troviamo di fronte ad ennesimi proclami sensazionalistici.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto