Si autodefinisce 'enciclopedia libera', ma alcuni assidui frequentatori sono pronti a giurare che si tratti di una dittatura: stiamo parlando di Wikipedia, e più precisamente della versione in lingua italiana. È importante distinguere tra la Wikipedia inglese (en.wiki), che è il progetto originario, e la Wikipedia italiana (it.wiki): i due siti, infatti, sono gestiti da persone diverse che, inevitabilmente, assumono comportamenti differenti.

Sebbene lo spirito della cosiddetta 'enciclopedia libera' dovrebbe essere uguale in tutto il mondo, nel corso degli anni è emerso che le modalità con cui vengono interpretati e applicati i regolamenti della comunità variano molto, a seconda del carattere e dell'umore di una parte degli amministratori locali.

Pubblicità

In particolare, alcuni gestori italiani sono stati ripetutamente contestati dagli stessi contributori di Wikipedia Italia (in gergo 'wikipediani'). In teoria, l'amministratore dovrebbe svolgere un ruolo super partes, finalizzato anche a mediare tra le diverse anime della comunità. In pratica, invece, i wikipediani si lamentano, perché alcuni amministratori considerano Wikipedia una sorta di sito personale, dove viene espulso chi non si allinea alle loro posizioni ideologiche o non è gradito a causa di antipatie non ben giustificate. Difficile parlare di 'enciclopedia libera', quindi.

Tra i vari siti di protesta, è molto conosciuto il blog Wikiperle  (ovvero 'Wiki Perle: Fatti e misfatti dei peggiori Wikipediani'), il quale pubblica periodicamente dei 'log' (sono i registri delle modifiche alle voci, oppure delle conversazioni tra gli utenti) che documentano gli eventi contestati. Indubbiamente, il personaggio più controverso risulta essere un amministratore che si presenta con lo pseudonimo di 'Vituzzu'. Quest'ultimo, tra l'altro, si è reso protagonista della cancellazione di una serie di voci, in alcuni casi senza chiedere il parere della comunità, in altri organizzando delle votazioni falsate.

Pubblicità

In sostanza, il modus operandi dell'amministratore pare essere il seguente: 'Se una pagina non mi piace perché le persone o le cose in essa citate mi stanno antipatiche, la elimino'. Come se non bastasse, 'Vituzzu' è noto per andare anche su enciclopedie in altre lingue (in particolare quella in inglese, generalmente ritenuta molto più completa di quella in italiano), per far cancellare le pagine straniere a lui sgradite.

Se le critiche si rivelassero fondate, non ci sarebbe da meravigliarsi del netto e incessante calo di utenti e contributi che Wikipedia Italia ha subito negli ultimi anni. Ciò non avrebbe a che fare né con la discussa attendibilità di alcune voci, né con l'aumento dell'uso di dispositivi mobili.

In realtà, ormai molti utenti si chiedono: Wikipedia è davvero un'enciclopedia libera?