Durante la finalissima di Miss Italia 2016, come di rito, Alice Sabatini arriva in studio per donare alla sua erede la desiderata corona. In questa occasione, a far scalpore è l'evidente aumento di peso della ormai ex Miss: nonostante abbia già precedentemente ammesso di apprezzare le proprie forme morbide, il web si infiamma. Ci si interroga su una possibile gravidanza. Sembra essere una storia che si ripete: riaffiora il ricordo della bella Francesca Testasecca, Miss Italia 2010, la quale era ingrassata dopo aver portato a casa uno dei titoli più desiderati dalle donne italiane.

Pubblicità

Disturbi alimentari? Depressione? No, effetto collaterale di una cura ormonale necessaria per risolvere un problema di salute. E' necessario specificarlo, difendersi dalle accuse più o meno velate perché, se porti la corona, non ti è concesso ingrassare liberamente.

La Testasecca in pochi anni torna in perfetta forma fisica, le cialtronerie smentite. Il 'popolo di dura cervice', però,  non sembra aver imparato la più facile delle lezioni: siamo esseri umani. Anche sulla Sabatini arrivano le supposizioni, arrivano le ondate di parole insensate.

Con un leggero imbarazzo, l'ex Miss dichiara di aver interrotto gli allenamenti di basket, di mangiare spesso in vari ristoranti e, con estrema sincerità, dichiara che sì, al ristorante è possibile ordinare insalata ma lei preferisce i dolci. E allora che mangi dolci, che mangi quello che ama mangiare e che sia felice delle sue curve purché la sua salute non sia a rischio. 

Vogliamo donne "curvy" che non ingrassano

La questione assume un aspetto tragicomico se ci si ferma a riflettere su quanto sia diseducativo e contraddittorio esaltare un modello 'curvy'. Proporre su Instagram migliaia di belle donne in carne per poi interrogarci su una possibile gravidanza ogni volta che una donna, sia anche Miss Italia, ingrassa. Il diritto di ingrassare liberamente andrebbe inserito tra i diritti inalienabili dell'uomo e della donna.

Pubblicità

Ed è solo tragico se ci si ferma a pensare che da una Miss ci aspettiamo perfezione eterna, spogliandola di umanità ed arrogandoci il diritto di sputare sentenze. Nella speranza, forse utopica, che della prossima Miss ci colpirà il carisma, l'intelligenza, la voglia di rappresentare ogni donna d'Italia, ringraziamo Alice Sabatini. Se ingrassi tu, possiamo ingrassare tutte.