La trattativa per la formazione di una maggioranza di Governo, avanza con forza, tra M5S e Lega. La strada non è priva di difficoltà, e mette alla prova le due forze politiche emergenti. Il primo ostacolo è rappresentato dalla designazione del Presidente del Consiglio, come punto di riferimento, per poter costruire uno schema, intorno a cui operare. Sul programma di sintesi è stato fatto un buon lavoro, stando alle parti, ma mancano ancora alcuni particolari importanti.

Ricordiamo anche che, su alcuni argomenti, le due forze protagoniste sono agli antipodi, e questo comporta qualche difficoltà di sintesi. Il tentativo richiede comunque tempo, ma soprattutto comprensione, per il mutamento che si sta realizzando.

Novità nella politica

Ai commentatori politici è sfuggito un particolare molto importante: la politica sta cambiando, speriamo in meglio. Il 'centro', nelle formazioni politiche di centrodestra e centrosinistra si è ridotto all'osso, mentre è aumentata la destra in Europa, e la sinistra è alla ricerca di una nuova identità: i vecchi schemi non trovano più corrispondenza nell'attuale società. Registreremo se, alla fine, queste novità sono state in grado di modernizzare e potenziare il quadro politico.

I vecchi partiti sono in calo di consensi, e non si rendono conto che non sono più competitivi: non esprimono più il pensiero degli elettori, ma solo le velleità dei dirigenti.

Il contratto politico come impegno

Secondo le recenti dichiarazioni delle parti, sembrava che l'accordo politico in corso di definizione, fosse alla fase conclusiva, e che mancassero solo le virgole. Le cose non stanno così, perché la bozza di contratto, già in parte ampiamente modificata, che porta novità rivoluzionarie nel campo economico europeo, ha bisogno di qualche giorno di riflessione da parte della politica.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Elezioni Politiche

Si parla di un euro a due velocità e Beppe Grillo, che vede sempre più lontano degli altri, ritiene che l'accordo sia possibile. Come tutte le novità, anche le nuove proposte politiche fanno scalpore, specialmente tra chi ancora è ancorato alla 1° Repubblica.

Matteo Salvini e Luigi di Maio dimostrano di aver capito i problemi che ci circondano e non sottovalutano le difficoltà per risolverli. Le loro ricette potrebbero non essere quelle giuste, ma hanno il merito di aver iniziato un percorso nuovo, sia nel merito che nel metodo, che tutti saranno costretti nel futuro a seguire.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto