Che la Ferrari avesse grandi aspettative per questo weekend era chiaro e palese sin dalle prime battute di arresto nel corso della stagione in corso. Tuttavia il risultato del Gran Premio di Barcellona non è stato dei migliori, anzi tutto il contrario.

La scuderia di Maranello ha dovuto rivedere i suoi piani e confermare, nonostante i grandi presupposti di inizio stagione, come anche gli aggiornamenti portati qui non siano serviti per poter andare a contrastare e fermare la Mercedes straripante di queste prime cinque gare dell'anno.

Sia Vettel che Leclerc non sono riusciti a battere i rivali Hamilton e Bottas che di contro rischiano di giocarsi il mondiale 2019 in casa con una sfida all'ultimo sangue. In casa Ferrari bisogna ripartire e bisogna farlo anche nel modo più veloce possibile anche perché la Red Bull è più vicina di quanto ci si poteva aspettare. Anzi forse è la Ferrari stessa ad essere più vicina alla scuderia austriaca e non il contrario.

Ancora una volta ad essere sotto esame sono state le strategie e le comunicazioni via radio con i box. Che il rapporto fra Vettel e lo stesso Leclerc non sia dei più rosei si è ormai capito con il giovane cavallino che spinge per avere maggiori poteri dentro la squadra e non soltanto in termini di credibilità ma anche per quanto riguarda la guida ed il potenziale sviluppo. L'ennesimo sorpasso in pista guidato dai box sicuramente non è piaciuto allo stesso Vettel che, dall'alto dei suoi quattro titoli mondiali potrebbe iniziare a rivivere le ombre della sua ultima stagione in Red Bull quando gli venne preferito Ricciardo come prima guida titolare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ferrari

Si sentono dei campanelli targati Mercedes in sottofondo? Non crediamo, ma mai dire mai oggi come oggi e con la squadra in questa situazione particolare. Venisse data maggiore chiarezza ed una linea guida da seguire forse potrebbe anche essere la mossa giusta per poter perdere meno tempo in pista e magari rischiare di impensierire veramente le due "frecce d'argento".

Le speranze a Montecarlo

Il GP di Montecarlo è dietro l'angolo come si suol dire ma questo non vuol dire che una vittoria in terra monegasca possa mettere fine a tutti i problemi della squadra e del team di questo inizio di stagione.

Anzi sappiamo tutti come sia una pista completamente a parte e che il suo risultato spesso non sia coerente con i valori in pista in tutto il corso della stagione. I due alfieri della casa tedesca cercheranno in tutti i modi di riportare il successo alla scuderia di Stoccarda dopo qualche anno di assenza a causa della Ferrari prima e della Red Bull poi. Non sarà così tanto semplice, vista anche la conformazione di Montecarlo, ma va detto che tutto sommato non ci stupiremmo in una eventuale sesta doppietta Mercedes di questa stagione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto