Nella gara valevole per la quarta giornata del campionato di Serie A la Juventus supera a fatica il Verona di Ivan Juric per 2-1.

La "Vecchia Signora" si è ritrovata sotto di un gol nella prima frazione di gioco ed è stata brava a non perdere la calma e rimontare, grazie alle reti di Ramsey su assist di CR7 e alla rete dello stesso portoghese nella ripresa su calcio di rigore.

Prima rete in bianconero per Ramsey

Dopo l'ottima prova in Champions contro l'Atletico Madrid con beffa finale, la Juventus si è rituffata nel campionato e lo ha fatto con una preziosa vittoria sul Verona di Ivan Juric.

I bianconeri hanno sudato le cosiddette sette camicie per superare la squadra veneta, sempre temibile e capace di creare più di uno spauracchio alla traballante difesa bianconera. Sarri ha attuato un ampio turn over nei vari reparti, lanciando dal primo minuto Buffon, Demiral, Ramsey, Bentancur e Dybala, con quest'ultimo che ha finalmente giocato dal primo minuto dopo tante panchine. Dall'altra parte Juric ha risposto con il solito 4-2-3-1, preferendo Di Carmine a Pazzini al posto dello squalificato Stepinski.

Una gara complicata fin da subito per i bianconeri, incapaci di prendere in mano le redini del match e sempre in affanno in mediana, con Bentancur ancora una volta deludente e fuori dal gioco. I veneti prima sbagliano un calcio di rigore, poi sbloccano la gara dopo appena 20 minuti con una perla del redivivo Veloso, che fa esplodere un sinistro devastante da fuori area che fulmina l'incolpevole Buffon.

Al minuto 31 arriva il pari di Ramsey che fa gioire i tifosi juventini. Il gallese ormai ha recuperato dall'infortunio e nelle prossime gare potrebbe diventare un arma in più da sfruttare per Maurizio Sarri.

La gara si mantiene sempre equilibrata con il Verona che si rende pericoloso in contropiede, non a caso a risolvere un match spigoloso ci pensa il solito Cristiano Ronaldo, che trasforma il rigore decisivo dopo pochi minuti dall'inizio della ripresa.

Nonostante il gol del portoghese, il Verona non si scompone e tenta in tutti i modi di arrivare al pari, anche se alla fine esce dallo Stadium con un pugno di mosche e con tanto rammarico.

La Juventus sale a quota 10 punti dopo quattro gare e si gode un Cristiano Ronaldo sempre più decisivo, che dimostra ancora una volta di essere l'unico calciatore insostituibile in questa nuova creatura di Sarri.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Il portoghese non ha brillato, ma ha dimostrato di essere un campione vero qualora c'è ne fosse bisogno, togliendo le castagne dal fuoco in una gara che si stava maledettamente complicando. Maurizio Sarri deve ancora trovare la quadratura del cerchio inserendo gradualmente i nuovi acquisti, ma con un CR7 così può dormire sonni tranquilli e sognare in grande anche in Europa, d'altronde, non si vincono 5 palloni d'oro per caso.

Cuadrado nuovamente tra i migliori

Nella vittoria della Juventus contro il Verona anche Cuadrado si è confermato uno dei calciatori più in forma della squadra torinese. Il colombiano è stato schierato nel tridente d'attacco insieme a Dybala e CR7 e ha come sempre risposto presente, facendo su e giù per la fascia destra sia in fase difensiva che offensiva. Dopo la rete bellissima e preziosa contro l'Atletico Madrid, Sarri gli ha concesso 90 minuti che lo aiuteranno sicuramente a trovare la migliore condizione fisica, nel frattempo l'ex Fiorentina non ha tradito la fiducia del suo allenatore e nelle prossime settimane potrebbe addirittura rinnovare con la Juventus.

Con l'assenza di De Sciglio per infortunio e i terzini che in casa bianconera si contano sulle dita delle mani, Cuadrado può realmente diventare indispensabile per la sua duttilità e capacità di ricoprire più ruoli con la stessa efficacia e determinazione.

Segui la nostra pagina Facebook!