Dopo la 10.a giornata del campionato di Serie A possiamo affermare con certezza che finora la sorpresa è stata il Cagliari, visto che i sardi si trovano in quinta piazza a pari merito con Napoli e Lazio, a dimostrazione del salto di qualità che la squadra di Maran ha compiuto, sopratutto dal punto di vista mentale. Nella serata di ieri alla Sardegna Arena è arrivato l'ottimo Bologna di Mihajlovic, che nonostante il vantaggio nella prima frazione ha dovuto soccombere sotto i colpi dei padroni di casa, che hanno rimontato grazie alla doppietta del solito Joao Pedro e alla rete di Giovanni Simeone.

Con Nainggolan e Nandez il centrocampo è cresciuto

Il calciomercato estivo ha portato una ventata di entusiasmo tra i tifosi del Cagliari, in quanto sono arrivati calciatori del calibro di Nainggolan, Nandez e Giovanni Simeone, che in queste prime 10 giornate di campionato si stanno rivelando decisivi nella crescita esponenziale della squadra di Maran.

L'inizio di stagione dei sardi era stato di quelli da bollino rosso, con due sconfitte nelle prima due gare, contro Brescia e Inter. Un campanello d'allarme suonato troppo presto e bloccato immediatamente dalla personalità dimostrata dai calciatori del Cagliari, capaci di raccogliere 18 punti nelle successive 8 giornate, un bottino di tutto rispetto che ha portato la squadra del presidente Giulini in quinta piazza.

Quella del Cagliari può essere la stagione della consacrazione e non una ventata di risultati passeggeri, visto e considerato che in ogni reparto Maran dispone di calciatori di primissimo livello. Il reparto che più fa sorridere il tecnico ex Chievo è sicuramente il centrocampo, con lo strano duo Nainggolan-Nandez capace di far compiere quel salto di qualità per puntare in alto, senza dimenticare l'altro acquisto Rog e i vari Castro, Cigarini e Ionita, gente di cui si parla poco che sta facendo il suo in modo egregio.

I sardi fanno paura anche in avanti nonostante il grave infortunio che ha messo fuori causa Pavoletti ad inizio stagione. Dopo questa sfortuna il presidente Giulini è stato bravo a guardarsi intorno insieme ai suoi collaboratori e a portare in Sardegna uno dei grandi delusi della Fiorentina, quel Giovanni Simeone che gara dopo gara sta conquistando tutti a suon di grandi prestazioni. Insomma, non manca nulla per poter puntare sempre più in alto, a patto che non ci si esalti troppo, in quanto i voli pindarici possono spezzare improvvisamente le ali e far cadere nell'oblio i sogni isolani.

Il fuoriclasse assoluto è Joao Pedro

Se Nainggolan è stato sicuramente il colpo grosso del mercato estivo del Cagliari, un altro calciatore che fa la differenza è Joao Pedro, capace di togliere le castagne dal fuoco spesso e volentieri. Il brasiliano viene schierato da Maran a ridosso dell'unica punta Simeone e in questa posizione si esprime al meglio, grazie ad un gioco di squadra corale ed efficace, che esalta le qualità del numero 10 isolano.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Finora le reti realizzate del calciatore in campionato sono ben cinque, di cui due decisive nella serata di ieri, a conferma che questo Cagliari può rinunciare a tutto e tutti, ma non di certo al suo faro verde-oro.

Segui la nostra pagina Facebook!