Lewis Hamilton vince il Gran Premio di Turchia e diventa campione del mondo per la settima volta in carriera.

Questo il verdetto del Gran Premio corso ad Istanbul, in una gara d'altri tempi. Un Gran Premio che è stato teatro della grandissima rimonta del pilota della Ferrari Charles Leclerc, partito quattordicesimo e arrivato quarto, ma solo dopo aver sbagliato all'ultimo giro la staccata che gli avrebbe permesso di arrivare al secondo posto.

Leclerc, una rimonta pazzesca

In una gara tesa e resa difficile da un asfalto scivoloso, Charles Leclerc è riuscito ad arrivare ad un passo da un podio che avrebbe sicuramente meritato.

Eppure, il Gran Premio del monegasco non era iniziato nel migliore dei modi: Leclerc, infatti, che partiva quattordicesimo, scattando dalla parte sporca della pista, non è riuscito ad avere un buono spunto scivolando addirittura in diciottesima posizione.

Da qui però è iniziata una rimonta pazzesca del giovane talento della Ferrari: giro dopo giro, curva dopo curva, recuperando secondi su secondi ai rivali, Leclerc è riuscito a rimontare fino all'ottavo posto, anche grazie ad una strategia eccellente messa a punto dagli uomini di Maranello. Arrivato in zona punti sfruttando i pit stop dei rivali davanti a lui - andati in crisi con le gomme intermedie del primo stint - Leclerc si è attaccato al treno per il podio, superando in ordine Albon, Stroll, il compagno di squadra Vettel e infine il suo grande rivale Max Verstappen.

Leclerc, un errore che costa il podio

Recuperate quindici posizioni dopo la bruttissima partenza, Leclerc non si è accontentato della rimonta compiuta. Appena superato Verstappen, si è messo a caccia di Sergio Perez, pilota della Racing Point. Perez, in crisi di gomme per non essersi fermato a cambiare le intermedie montate dopo 10 giri, riesce in qualche modo a tenere un ritmo costante, ma i tempi di Leclerc sono inesorabili.

Il monegasco recupera sul messicano due secondi al giro e lo raggiunge proprio durante l'atto conclusivo: all'ultima staccata del circuito un bloccaggio della gomma anteriore sinistra porta però la Ferrari del francese a finire lunga con i conseguenti sorpassi di Perez e del compagno Vettel. Alla fine il ragazzo francese arriva quarto.

Leclerc, un talento cristallino

Leclerc, a dir poco deluso al termine della gara, ha espresso tutta la propria frustrazione in un team radio "colorito", dove il monegasco si è assunto tutte le responsabilità senza accettare neanche i complimenti del suo stesso ingegnere di pista. L'errore finale non ha però rovinato l'ottima gara di Leclerc confermandone ancora di più il talento.

Del talento cristallino di Leclerc ha parlato al termine della corsa anche il suo compagno di squadra Sebastian Vettel: il tedesco ha affermato che il monegasco avrà tantissime altre occasioni per rifarsi di questo podio aggiungendo come in questo momento Leclerc sia in assoluto il pilota più veloce fra i nuovi giovani arrivati in Formula 1.

Segui la pagina Formula 1
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!