In un Paese che sembra andare sempre più alla deriva, in un Paese da qualche mese in subbuglio per via della prossima campagna elettorale che si terrà domenica 4 marzo 2018, c'è chi non perde di vista gli obiettivi fondamentali della politica. Nel comune di Coriano, in provincia di Rimini, la Commissione elettorale capeggiata dalla sindaca Domenica Spinelli, ha stabilito che saranno scrutatori nella quasi imminente tornata elettorale giovani studenti e disoccupati, lanciando un appello a tutti gli altri comuni italiani affinché questa iniziativa diventi nazionale.

Studenti e disoccupati a lavoro

La sindaca Spinelli, chiamata in paese Mimma, mette al primo posto nella gerarchia della politica la classe degli svantaggiati, riferendosi a studenti e a quanti sono senza lavoro, per aiutarli a inserirsi nel travagliato mondo del lavoro. Difatti, sostiene la sindaca, la preoccupazione per questa categoria di persone e - in definitiva - di tutti i cittadini dovrebbe essere una vera e propria ossessione da parte di chi ha le redini dell'amministrazione. E, successivamente, rivolgendosi ai partiti politici spera che questo punto, di peculiare pregnanza e delicatezza, diventi un progetto di legge da portare in Parlamento.

Come vengono scelti gli scrutatori?

Normalmente, da un punto di vista amministrativo, la scelta degli scrutatori da nominare per la composizione dei seggi in occasione di qualche elezione è lasciata alla discrezione della Commissione elettorale che li sceglie fra coloro iscritti nell'albo unico delle persone idonee a ricoprire l'incarico.

A Coriano, il prossimo 4 marzo, non sarà così. Infatti, gli scrutatori saranno sì sorteggiati fra coloro che sono iscritti all'albo, ma dovranno essere esclusivamente un disoccupato iscritto nelle liste di collocamento del centro per l'impiego, uno studente o un soggetto in attesa della prima collocazione.

La nomina del presidente di seggio

Diverso è, invece, il caso dei presidenti di seggio che sono scelti dal presidente della Corte d'Appello competente per il territorio entro il trentesimo giorno antecedente il voto. Inoltre, la legge prevede che il presidente di seggio venga scelto tra magistrati, avvocati e procuratori dell'Avvocatura, impiegati civili a riposo, notai o cittadini che, dalla Corte d'Appello, sono designati quali soggetti idonei a ricoprire siffatto incarico.

Anche su questo punto, la sindaca di Coriano si augura che possa essete trovata una soluzione efficace, in modo da dare la precedenza a chi è disoccupato. Non sono mancate accuse di discriminazione concernenti siffatta decisione, ma la Spinelli puntualizza che per lei fare politica significa dare priorità ai giovani studenti e disoccupati.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Elezioni Politiche
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!